Maldive e Sierra Leone: due sconfitte per Xi Jinping

Dopo le Maldive, dove alle recenti elezioni non ha vinto Abdulla Yameen, il candidato sostenuto da Pechino, ecco giungere un’altra brutta notizia per Xi Jinping.

Ernest Bai Kroma e Xi Jinping

Sierra Leone ha annullato l’accordo per la costruzione di un aeroporto per un costo di 400 milioni di dollari. Come da schema ormai noto, il partner finanziatore sarebbe stata la Cina, che avrebbe preso in carico la gestione della struttura a lavori terminati entro il 2022.

Il ministro dei trasporti ha dichiarato che dopo attenta analisi, l’operazione sarebbe stata troppo svantaggiosa per il paese.

L’accordo era stato firmato, poco prima delle elezioni del marzo scorso, dal precedente presidente Ernest Bai Kroma, che ha poi perso le elezioni.

Il nuovo presidente, Julius Maada Bio, ha bloccato il piano cinese, valutando l’opera del tutto inutile perché l’aeroporto attuale è ampiamente sottoutilizzato.

Bio ha inoltre dichiarato che “la maggior parte dei progetti infrastrutturali cinesi in Sierra Leone sono una farsa senza benefici economici e di sviluppo per le persone”.

Pare quindi che per il momento Sierra Leone non sia caduta nella “trappola del debito”. La tela del ragno questa volta non ha funzionato.

Fonte: www.againstchina.com 11/10/2018

Versione inglese: Sierra Leone scraps project for Chinese-built airport

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.