Lo scrittore dissidente Yu Jie in stato di fermo

Il celebre scrittore dissidente Yu Jie, fervente oppositore del Partito Comunista Cinese, è in stato di fermo dal 5 luglio 2010. Yu Jie è uno dei fondatori di ‘Independent Pen’, un’associazione che lotta per la libertà di espressione e di stampa, nonché un audace sostenitore della libertà di religione. Strenuo difensore della libertà di parola e dei diritti umani fondamentali, Yu Jie è stato minacciato di essere recluso in carcere, qualora il suo prossimo libro, in cui lo scrittore critica il primo ministro cinese Wen Jiabao, dovesse essere pubblicato. Tuttavia, lo scrittore ha confermato la sua intenzione di far pubblicare il libro a Hong Kong, che gode di autonomia di stampa grazie al suo stato di semi-autonomia dalla Cina continentale.
Autore di numerosi libri, la prima raccolta di saggi di Yu Jie, “Huo yu bing” (Fuoco e Ghiaccio) è diventata un best-seller in Cina nel 1998. Tra le alte sue opere di rilievo, citiamo “Tiewu zhong de naihan” (Urla dalla casa di ferro), Shuo haishi bu shuo (Parlare o non parlare?), e “Jujue huangyan” (Respingere le menzogne), dove lo scrittore  riflette sul ruolo degli intellettuali della Cina nell’era post-Tiananmen.

Irene Villa

Fonte: Associated Press, 6 luglio 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.