L’influenza suina, la signora Chan e il ruolo (globale) della Cina

Non c’è solo il G20 a misurare il ruolo globale di Pechino. Anche l’influenza suina è un banco di prova. Perché alla testa dell’Organizzazione mondiale della Sanità c’è dal 2007 una cittadina della Repubblica Popolare, la prima personalità cinese a guidare un’agenzia Onu.

margaret-chan-fung-fu-chun all' ONU

LA SARS Sposata, un figlio avvocato, 62 anni quest’anno, Margaret Chan Fung Fu-chun si è fatta le ossa nell’amministrazione prima britannica e poi cinese di Hong Kong, ed è lì che è stata costretta a fare delle epidemie la sua specialità. Nel 1997 l’aviaria, ceppo H5N1, con la decisone di far fuori il milione e mezzo di polli del territorio. Nel 2003 la Sars, tutto compreso: la gestione dell’emergenza sanitaria, il panico, le accuse di acquiescenza ai silenzi e alla disinformazione di Pechino sul morbo. Ma il suo lavoro alla fine ha funzionato, è entrata nell’Oms proprio a gestire le emergenze sanitarie e nel novembre 2006 è stata scelta con 150 voti su 193 per il posto di vertice. PRUDENZA Medico per caso, si è laureata perché seguì il fidanzato in Canada e, già che c’era, si mise a studiare anche lei. Tornò in patria per curare la suocera, con devozione da vera donna asiatica cui, peraltro, gli amici riconoscono un certo talento nel ballo. Per come invita alla calma, ora, la sua cifra sembra essere la prudenza. E cerca di avere l’occhio lungo, come quando poche settimane fa avvertiva: la crisi economica rischia di far morire tra i 200 mila e i 400 mila bambini in più. Una postilla. Non è un caso che la Cina stia concedendo a Taiwan qualche forma di accesso all’Oms, aprendo un varco in un veto che ha sempre escluso il governo di Taipei dall’Onu e dalle sue agenzie.

Il Corriere della Sera, 27 aprile 2009

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.