L’ex capo della sicurezza cinese condannato all’ergastolo

L’ex capo della sicurezza in Cina, Zhou Yongkang, è stato condannato all’ergastolo per corruzione, abuso di potere e divulgazione volontaria di segreti di stato. Zhou, che ha lasciato il suo incarico nel 2012, era la massima autorità per la sicurezza in Cina. Zhou Yongkang è il funzionario più alto in grado mai incriminato dai tempi della Rivoluzione culturale. Durante la scorsa legislatura (2007-2012) era uno dei nove componenti del Comitato permanente del politburo, l’organo che di fatto guida il paese e il suo miliardo e 400 milioni di abitanti. Le indagini su di lui sono cominciate nel 2013 con la presidenza di Xi Jinping e nel dicembre del 2014 è stato espulso dal Partito comunista cinese. Il processo di Zhou è gestito dal tribunale di Tianjin, una città portuale nel nord del paese, e si è svolto a porte chiuse. Secondo Xinhua, Zhou Yongkang non farà appello.


Fonte: Internazionale, 11/6/15
English article: BBC.com, China ex-security chief Zhou Yongkang gets life sentence

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.