Lettera delle Ong alla Ue: “Richiami la Cina sui diritti umani”

Amnesty International, Reporter sans frontieres, Human Rights Watch sono tra le Ong che hanno firmato una lettera inviata ai presidenti del Consiglio e della Commissione europei, Donald Tusk e Jean Claude Juncker, nonché all’alto rappresentante per la politica estera europea, Federica Mogherini, in cui si chiede all’Unione europea di alzare la pressione sulla Cina per i diritti umani, chiedendo una serie di azioni compresa quella di “dichiarare che la Cina sarà chiamata a rispondere del suo comportamento sui diritti umani”.

“In assenza di tali passi – scrivono le Ong – crediamo che l’approccio della Ue e degli stati membri faccia ben poco per mitigare gli abusi in Cina e dà sempre più via libera a coloro che sono più responsabili delle sistematiche violazioni dei diritti”.
“A quasi 28 anni dalla repressioni in piazza Tienanmen, la gente è ancora oppressa se parla si quello che è accaduto” osserva il direttore dell’ufficio istituzioni europee di Amnesty International, Iverna McGowan, annunciando che Amnesty e le altre Ong oggi parteciperanno ad una manifestazione a favore dei diritti umani che si terrà nei pressi dell’Europa Building che ospiterà il vertice Ue-Cina.
Le persone e la dignità, 2 giugno 2017
English article,UNPO:

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.