Categoria: Lavoro forzato

L’impero rosso: dai campi cinesi alle fabbriche italiane di Jean-Baptiste Malet

Attraverso un viaggio di oltre tre anni in tutto il mondo, dai campi cinesi alle fabbriche italiane, dai mercati del Ghana ai salotti parigini, il giornalista Jean-Baptiste Malet, apre le porte di un mondo opaco – quello dell’industria del pomodoro – in cui anche le mafie italiane (‘ndrangheta, sacra corona unita, cosa nostra e camorra) sono pienamente coinvolte.

Cina. «Il regime ha arrestato la mia famiglia di 22 persone. Non so neanche se sono vivi. [Video]

La storia drammatica di Abdurahman, musulmano uiguro del Xinjiang. «Su internet è circolato un video: indottrinavano in prigione mio figlio di quattro anni. Ho paura che gli insegnino che io sono il suo nemico»

Lo sfruttamento della persecuzione: i lavori forzati in Cina

 

Prigionieri religiosi ai lavori forzati per produrre abiti o elettronica, in condizioni disumane: 12 ore al giorno, senza né vero cibo né cure mediche, torturati.

COMO-Olgiate, undici lavoratori in nero al Wok Beijing . Quarta sanzione in cinque anni

Blitz al Wok Beijing domenica all’ora di pranzo I carabinieri accusano«Irregolari 11 persone su 27».

Lager a Cossato: lavoratori trattati come schiavi tra topi e sporcizia

In un magazzino ortofrutticolo all’ingrosso gestito da un cinese che riforniva ristoranti. Condizioni igieniche allucinanti, tra escrementi e topi morti.

Orrori dei metodi di tortura cinesi

Con resoconti di torture psicologiche contro i canadesi detenuti, The Epoch Times esamina l’uso della tortura da parte del regime cinese.

In costruzione nella Regione Autonoma Tibetana tre nuovi “centri di ri-educazione”

Immagini satellitari diffuse dal sito di informazione indiano ThePrint mostrano che nella cosiddetta Regione Autonoma Tibetana sono in fase di avanzata costruzione tre “centri di ri-educazione attraverso il lavoro”.