Le cinque femministe arrestate in Cina denunciano il trattamento in detenzione. Non potranno inoltre viaggiare

Le cinque femministe arrestate perché volevano distribuire nei mezzi pubblici adesivi e volantini contro la violenza sessuale, rimarranno sotto osservazione per un anno, non potranno viaggiare liberamente e denunciano comportamenti “inspiegabili” durante la detenzione. “Non so le altre, ma io inizierò un procedimento giudiziario. Penso che la legge è l’unico mezzo per contrastare le loro azioni.”

In precedenza, Li aveva postato una lettera aperta on line attraverso i social media dicendo che “decine” di suoi beni erano stati confiscati dalla polizia e non restituiti con il suo rilascio.

“A causa di questo, ho intenzione di citare in giudizio la polizia del distretto Haidian sui loro atti illegali mentre ero in carcere”, ha detto.

Li afferma di aver agito con l’obiettivo di promuovere l’uguaglianza di genere in Cina, senza aver commesso nessun atto illegale senza alcun atto criminale.

“La polizia Haidian deve ritirare tutte le accuse il più presto possibile, sollevare tutte le misure coercitive contro di me e ripristinare il mio buon nome”, ha detto Li.

In questo mese richieste per il loro rilascio si sono alzate da tutte le parti. Persino la candidata alla presidenza Usa Hillary Clinton lo aveva chiesto in un tweet, definendo la loro detenzione “ingiustificabile”. Ma la portavoce del ministro degli esteri, Hua Chunying, aveva risposto con durezza: “Speriamo che i personaggi pubblici di altri paesi possano rispettare la sovranità e l’indipendenza giudiziaria cinese”. Comunque oggi, dopo oltre trenta giorni, sono state liberate. Uno dei loro avvocati ha dichiarato che le cinque rimarranno sotto osservazione per un anno. La polizia si riserva il diritto a ulteriori interrogatori, quindi non potranno viaggiare senza prima avvertire le autorità. Le ragazze hanno tra i 25 e i 33 anni.


English article: RFA, Chinese Feminists To Lodge Formal Complaint Over Treatment in Detention, 22 apr 15
Articolo italiano: ilfattoquotidiano.it, Cina, libere le cinque femministe arrestate. Non potranno viaggiare

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.