L’attivista di Hong Kong Joshua Wong arrestato dalla polizia prima della visita di Xi

La visita di Xi segna i 20 anni del passaggio di Hong Kong alla Cina e, in mezzo a timori crescenti, Pechino sta stringendo la presa sulla città.
Lo studente, attivista per la democrazia, Joshua Wong è stato arrestato dalla polizia mercoledì, dopo una protesta contro la Cina prima della visita del presidente Xi Jinping.
Wong e circa altri 30 manifestanti, che hanno fatto un sit-in di tre ore di fronte a una statua del porto, sono stati portati via dai furgoni della polizia.

La visita di Xi di questa settimana segna 20 anni da quando la Gran Bretagna ha restituito Hong Kong alla Cina, e arriva in un momento in cui le paure che Pechino stia stringendo la presa sulla città semi-autonoma sono fortemente in aumento.

I manifestanti hanno circondato la scultura di un fiore di bahuina d’oro che nel 1997 era diventato l’emblema di Hong Kong. La statua è stata data alla città dalla Cina come regalo per celebrare il passaggio.

Alcuni attivisti si sono incatenati alla scultura mentre altri si sono arrampicati nei suoi petali.

La polizia ha chiuso l’area e ha circondato la statua, portando via i manifestanti a uno a uno. La maggior parte di loro ha camminato, ma Wong e il giovane legislatore Nathan Law si sono sdraiati a terra e sono stati portati via di peso.

Prima dell’arresto, i manifestanti hanno gridato: “Disobbedienza civile, nessuna paura!” E “Xi Jinping, puoi sentirci?” La polizia ha avvertito che sarebbero stati arrestati per schiamazzi e disordine pubblico.

Mentre Wong veniva portato via verso i furgoni in attesa, ha gridato: “Protestare il primo luglio” – l’anniversario del passaggio.

Il suo partito Demosisto, che chiede l’autodeterminazione per Hong Kong, ha dichiarato che otto dei suoi attivisti, tra cui Wong e Law, sono stati arrestati.

Gli ultimi manifestanti erano all’interno del fiore dorato e sono stati arrestati grazie all’intervento dei vigili del fuoco.

Xi è arrivato a Hong Kong giovedì per una visita di tre giorni per partecipare alle celebrazioni dell’anniversario e per il giuramento nel nuovo leader della città, Carrie Lam.

Hong Kong è governata da un accordo “un paese e due sistemi”, sancito nel documento stipulato al passaggio, che permette diritti inesistenti sulla terraferma, inclusa la libertà di parola e di un sistema giudiziario indipendente.

Ma ci sono preoccupazioni crescenti che la Cina stia interferendo sempre più evidentemente in diversi settori, dalla politica all’educazione e ai media.

I manifestanti della statua di bauhinia hanno cantato “Lunga vita almovimento dell’ombrello!”, e “Sono un honkonghese!”. Il Movimento Ombrello è il nome dato alle manifestazioni di massa del 2014 che richiedevano riforme democratiche. Wong e Law erano tra i leader studenteschi di quelle proteste, ma che in ultima istanza non riuscirono a ottenere concessioni.

La frustrazione per la mancanza di progressi ha indotto attivisti come Wong e Law a chiedere l’autodeterminazione – altri attivisti chiedono invece una secessione completa dalla Cina.

I manifestanti della statua hanno anche chiesto il rilascio del dissidente cinese Liu Xiaobo, che ha ricevuto il rilascio condizionato per motivi medici questa settimana, a causa di un cancro al fegato in fase avanzata, ma rimane in Cina continentale. Lo scrittore e Nobel per la Pace, che ora ha 61 anni, è stato condannato a 11 anni di prigione nel 2009 per “sovversione” dopo aver lanciato una petizione che richiedeva riforme democratiche.

La statua del bauhinia si trova al di fuori del centro congressi dove Xi parteciperà agli eventi per l’anniversario ed è a due passi dall’albergo in cui soggiornerà. Il posto è frequentato dai visitatori dal continente.

Alcuni dei manifestanti, tra cui Wong, avevano già coperto la statua con una bandiera nera lunedì scorso durante una protesta anti-Cina, al mattino presto, ma è stato rimosso dalla polizia.

The Guardian, 29 giugno 2017

Traduzione Andrea Sinnove, LRF Italia Onlus

English article,The Guardian:

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.