Larung Gar: altri 500 religiosi espulsi. Casi di malore tra i monaci.

Le autorità della provincia sud-occidentale cinese del Sichuan la scorsa settimana  hanno espulso altri 500 monaci e monache dall’accademia buddista di Larung Gar. Molti di  questi monaci sono stati colti da malore per la separazione forzata dagli amici e dalle loro abitazioni.

I monaci e le monache nativi di Golog mentre dicono addio ai loro cari a Larung Gar  il 24 dicembre 2016.

Si sono verificati episodi  di svenimento. In un primo momento le autorità hanno ignorato l’incidente, dicendo che si trattava di finti svenimenti. Successivamente i religiosi che hanno perso conoscenza, sono stati trasportati all’ospedale per  il trattamento di emergenza.

I monaci espulsi sono stati ospitati in edifici a due piani in una aerea provvisoria nella prefettura autonoma tibetana del Golog.

Sono molte migliaia i tibetani e i cinesi Han che hanno a Larung Gar. Fondata nel 1980 dal maestro Khenpo Jigme Phuntsok è uno dei centri più grandi e più importanti del mondo per lo studio del Buddismo tibetano.

In molti sono già stati espulsi dalle abitazioni che un tempo costeggiavano le colline intorno al Larung Gar e le autorità cercano di ridurre la popolazione del centro di circa la metà ad un livello massimo di 5.000 entro il prossimo anno.

Traduzione LRF Italia ONLUS


Fonte: Radio Free Asia, Dicembre 27, 2016

English article: RFA, Hundreds More Removed From Larung Gar as Friends Faint in Grief

 

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.