Categoria: Laogai

Camicia di forza comunemente usata nella prigione femminile di Hunan

Le camicie di forza, un’invenzione di oltre 200 anni fa che aveva lo scopo di impedire a una persona mentalmente instabile di fare del male a se stesse e agli altri, vengono usate nelle carceri cinesi come dispositivi di tortura sadica.

Orrori dei metodi di tortura cinesi

Con resoconti di torture psicologiche contro i canadesi detenuti, The Epoch Times esamina l’uso della tortura da parte del regime cinese.

In costruzione nella Regione Autonoma Tibetana tre nuovi “centri di ri-educazione”

Immagini satellitari diffuse dal sito di informazione indiano ThePrint mostrano che nella cosiddetta Regione Autonoma Tibetana sono in fase di avanzata costruzione tre “centri di ri-educazione attraverso il lavoro”.

La Cina dovrà ritirare 400 studi sui trapianti perché coinvolti nel traffico d’organi?

Il prelievo forzato di organi da prigionieri è un problema noto da anni, che la Cina combatte dal 2015. Ma un gruppo di ricerca australiano ha dimostrato che il problema affligge ancora moltissimi studi.

Premiato il cardinale Zen per «la difesa della libertà e la lotta al comunismo»

Il discorso dell’arcivescovo emerito di Hong Kong: «Il comunismo ha prodotto solo uguaglianza nella povertà e fuga ».

27 Gennaio: Il Giorno della Memoria. Oggi questa atrocità si sta ripetendo [Video]

Il 27 gennaio 1945 viene liberato il campo di sterminio di Auschwitz e diventa chiaro, in tutto il suo orrore, il dramma della Shoah e dell’Olocausto di ebrei, rom, omosessuali, disabili e dissidenti. Circa sei milioni di ebrei furono uccisi dalla polizia nazista.

“Censura, polizia e lager, la repressione a 30 anni da Tiananmen”

Wuer Kaixi fu uno dei leader della protesta repressa nel sangue nel 1989. “Allora i carri armati, oggi Pechino ha affinato le strategie per colpire”. “Eravamo giovani e pieni di speranze, vedevamo mutamenti in tutto il mondo comunista, e pensavamo che anche in Cina i cambiamenti radicali fossero dietro l’angolo. Il regime invece mandò i carri armati per soffocare la nostra protesta pacifica”.