Categoria: Laogai

FdI-Incontri: l’attivista Gianni Da Valle ha affrontato lo spinoso tema dei “campi di rieducazione” gestiti da 70 anni dal governo cinese

I Laogai, una storia di schiavitù moderna. L’incontro sul tema “I business del dragone”, promosso in sala Granata da Fratelli d’Italia, alla presenza del deputato (e componente della commissione Esteri della Camera),Andrea Delmastro, del segretario provinciale Gianmario Invernizzi e del segretario cittadino Omar Lamparelli, ha affrontato lo spinoso tema dei “campi di lavoro” allestiti dal governo cinese, 1.500 strutture che il regime comunista usa definire“centri di rieducazione al lavoro” dove dissidenti religiosi e politici, uomini e donne ma anche bambini,vengono costretti ai lavori forzati in condizioni disumane.

Casi confermati del Coronavirus nello Xinjiang: preoccupazioni per il contagio nei campi di concentramento

Tra le crescenti minacce nel XUAR, attivisti uiguri negli Stati Uniti hanno lanciato la campagna hashtag #VirusThreatinCamps sui social media per attirare l’attenzione sui casi di amici e familiari detenuti nei campi.
Mentre Pechino inizialmente negava l’esistenza dei campi, la Cina l’anno scorso ha cambiato rotta e ha iniziato a descrivere le strutture come “collegi” che forniscono formazione professionale agli uiguri, dove scoraggiano la radicalizzazione e aiutano a proteggere il paese dal terrorismo.

I musulmani hanno esortato la comunità islamica internazionale a boicottare i prodotti cinesi per gli “abusi” subiti dagli Uiguri.

Al vertice in Malesia, un influente predicatore afferma che i leader del mondo musulmano dovrebbero esercitare una maggiore pressione su Pechino.

Messaggio di aiuto di prigionieri rinchiusi nel laogai a Shanghai trovato da una bimba di 6 anni nelle cartoline di Natale

Florence Widdicombe, di Tooting, nel  sud di Londra, è stata sconvolta  quando ha aperto la nuova scatola di carte di beneficenza per inviare ai suoi amici quando ha scoperto un messaggio  scarabocchiato all’interno di prigionieri rinchiusi in un laogai a Shanghai.

Europalamento: Cina deve chiudere i “campi di rieducazione” per gli uiguri nello Xinjiang

I deputati condannano con forza la repressione cinese degli uiguri e chiedono al governo cinese di chiudere immediatamente i “campi di rieducazione” nello Xinjiang.

Uiguri, figlia di Ilham Tohti ritira premio Sacharov per il padre

La figlia di Ilham Tohti, Jewher Ilham, ha ricevuto mercoledì il premio Sacharov per la libertà di pensiero in nome del padre, attualmente in carcere in Cina per il suo attivismo.

Aziende straniere in Cina indotte a parlare dei ” campi di formazione professionale ” nello Xinjiang.

Le recenti  fughe di  documenti segreti che descrivono in dettaglio il funzionamento dei campi di internamento nella regione cinese dello Xinjiang hanno cambiato il gioco per le imprese straniere che hanno interessi economici con operazioni e fornitori nella regione. Giornalisti e gruppi per i diritti umani avevano documentato a lungo l’esistenza dei campi sulla base delle testimonianze dei sopravvissuti, dei documenti sugli appalti pubblici e di immagini satellitari che mostravano la rapida espansione di questi campi.