Lady Huawei, il Canada dà il via libera all’estradizione di Meng Wanzhou

La direttrice finanziaria del gigante delle telecomunicazioni era stata arrestata il primo dicembre a Vancouver su richiesta americana con l’accusa di aver violato le sanzioni contro l’Iran. Pechino si oppone alla decisione di Ottawa.

Il ministero della Giustizia canadese David Lametti ha dato il via alla pratica per estradare negli Usa la direttrice finanziaria del gigante delle telecomunicazioni Huawei, Meng Wanzhou. La figlia del fondatore — che ricopriva anche il ruolo di vice presidente del board del gruppo di Shenzhen — era stata arrestata nel dicembre scorso a Vancouver su richiesta americana, con l’accusa di aver violato le sanzioni Usa contro l’Iran. Attualmente era in libertà vigilata, dopo aver pagato una cauzione. «I funzionari del ministero della Giustizia del Canada hanno emesso un’autorizzazione a procedere, dando il via ufficialmente al processo di estradizione», ha chiarito il governo in una nota che conferma l’avvio la procedura (La guerra delle spie e la furia di Pechino: «Attaccati a tradimento»).

La Cina si è opposta alla decisione delle autorità canadesi di avviare le procedure di estradizione contro Men. L’ambasciata di Pechino in Canada ha definito «persecuzione politica» la decisione di avviare il processo di estradizione, definendosi «totalmente insoddisfatti» per il provvedimento. In una nota, il ministero degli Esteri risponde alla mossa del Ministero della Giustizia canadese: «Sollecitiamo ancora gli Usa a ritirare la richiesta di estradizione e chiediamo al Canada il suo rilascio immediato». Da tempo aveva minacciato il Canada di «gravi conseguenze» nel caso la donna non fosse tornata in libertà e i media cinesi hanno descritto l’arresto del cfo di Huawei come un’azione politicamente motivata. Il colosso cinese delle tlc, boicottato dagli Usa perché accusato di usare le sue attrezzature per spiare la gente per conto di Pechino, sarà chiamato a presentarsi in tribunale il prossimo 6 marzo.

Fonte: Il Corriere della Sera,02/03/2019

English article,The Guardian:

Canada approves Huawei extradition process, sparking ire from China

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.