La libertà di espressione: un lusso per pochi!

Durante la Rivoluzione Culturale molte persone sono state condannate a morte e uccise a causa di una frase sbagliata. In Cina gli scrittori di oggi non perdono spesso la vita per le loro poesie o articoli, tuttavia rimangono in carcere per anni. In Cina gli scrittori di oggi non perdono la vita per le loro poesie o articoli, tuttavia rimangono in carcere per anni. Liu Xiaobo, ad esempio, resterà in carcere fino al 2020 – nonostante abbia vinto il Premio Nobel per la Pace 2010, questo non è servito ad aiutarlo – e con lui molti altri scrittori. Ad oggi, nel 2012, la libertà di espressione è un LUSSO!

Di seguito la lista (aggiornata al 2012) degli scrittori in carcere. Clicca qui per il documento ufficiale della IPCP (International PEN Centre).

Redazione

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.