La Corte cinese processa sette membri del Falun Gong; agli avvocati difensori negato l’accesso in aula.

Le autorità della provincia sud-occidentale cinese del Sichuan, Venerdì 17 Ottobre ha messo sotto processo sette membri del Falun Gong, il movimento spirituale bandito senza rappresentanza legale. Ai loro avvocati è stato impedito di entrare in aula.

Wang Hongxia, Ye Jianguo, Zhongxuan Du, Wang Ying e altri tre praticanti. I principio di questa pratica che si ispira alla meditazione buddista è stato definito un “culto malvagio” da parte del dirigente del Partito comunista cinese. La loro età è compresa tra i sessanta ed i settanta anni, sono stati arrestati nel 2011 e 2012.

(Nella foto dei membri del Falun Gong durante una manifestazione pro-democrazia a Hong Kong, 1 luglio 2013.)

I loro avvocati hanno dichiarato che sono stati rinchiusi in un centro di detenzione non ufficiale classificato “ Erehu Legal Education Center” , ma più comunemente noto come ” Centro del lavaggio del cervello di classe,”

Al team legale di difesa è stato negato l’accesso al tribunale.

La polizia ha predisposto un cordone di sicurezza imponente intorno al Tribunale del Popolo e nei dintorni di Ziyang nella città del Sichuan.

“Il primo ostacolo è stato il nostro controllo”, hanno riferito gli avvocato difensori..

Ci hanno sottoposto a un controllo di sicurezza minuzioso. I nostri bagagli sono stati aperti e ogni oggetto personale è stato controllato uno ad uno. Terminato , volevano eseguire una ricerca corporale. Ci siamo rifiutati, affermando che secondo la legge in vigore , gli avvocati non dovrebbero essere sottoposti a perquisizioni. il processo è andato avanti senza di noi. Precedentemente avevamo discusso lungamente con le autorità del processo ma è stato tutto ignorato, otto avvocati e non uno è andato in tribunale.

Protesta

Il team di difesa ha presentato una protesta ufficiale contro la decisione di andare avanti con il processo in loro assenza, privando i loro clienti del loro diritto alla rappresentanza legale.

” Nonostante che uno degli imputati abbia protestato, la corte ha ignorato”.

I sette imputati sono stati accusati di “creare le trasmissioni”, anche se non vi era alcuna prova diretta che collega Wang a tali attività……..(…)

Attacchi

Il 13 maggio, Liang uno degli avvocati difensori faceva un team di legali i per i diritti detenuti e sono stati malmenati dalle autorità quando hanno tentato di visitare il “Centro del lavaggio del cervello di classe”.

Le aggressioni sono state effettuate dalle guardie di sicurezza impiegati presso il centro, che è stato appositamente creato per contenere i membri del Falun Gong.

La Cina ha bandito il Falun Gong. Milioni di persone in Cina e all’estero seguono questa antica pratica spirituale. La persecuzione nei suoi confronti ebbe inizio nel luglio del 1999 .

I media ufficiali cinesi hanno sempre definito il Falun Gong come una frangia, una setta fanatica, un culto malvagio.

Organizzazioni per i diritti umani stimano che centinaia di seguaci del Falun Gong sono stati incarcerati e decine di migliaia inviati nei campi di lavoro senza neanche un processo.

Rischio

Secondo Amnesty International su oltre 204.000 avvocati in Cina, solo poche centinaia si occupano di diritti umani. In particolare se i casi sono legati ai diritti dei seguaci del Falun Gong il numero diminuisce in maniera molto sensibile.

La Cina negli ultimi anni ha ostacolato sempre più la professione legale con norme severe per quei studi che tutelano i di diritti civili e che lottano per rinnovare le loro licenze.

Gruppi per i diritti affermano che è stato creato appositamente poco mercato per il sistema di licenze annuali per avvocati e studi legali.

Nuove norme introdotte negli ultimi due anni vietano ad avvocati di difendere determinati clienti, e che potrebbero essere loro stessi accusati di sovversione se difendono i casi sensibili.

Radio Free Asia, 18/10/2013

English Version:
http://www.rfa.org/english/news/china/falungong-10182013125328.html

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.