La Cina respinge la richiesta tedesca di far visita nello Xinjiang ad una delegazione per i diritti umani

Secondo il Ministero degli Esteri tedesco la Cina ha negato ad una delegazione per i diritti umani della Germania di avviare indagini sui campi di rieducazione nella regione dello Xinjiang, dove sono detenuti milioni di uiguri.

Bärbel Kofler, commissario per i diritti umani della Germania, ha affermato che la richiesta è stata inviata come parte dei preparativi per l’annuale dialogo tedesco-cinese per i diritti umani in programma a Lhasa.

“Sono scioccata da alcune relazioni che riguardano il trattamento degli uiguri rinchiusi in queste campi di internamento nello Xinjiang. Stime ufficiali affermano che in queste strutture ci siano più di un milione di persone”. Ha poi aggiunto che avrebbe continuato a fare pressioni per ottenere il permesso di recarsi in questa regione.

La Germania è stata una voce critica sulle violazioni dei diritti umani nel paese del dragone, tra cui i campi nello Xinjiang. La Cina dichiara che i campi sono centri di formazione professionale e che fanno parte dei suoi sforzi anti-terrorismo, ma i critici dicono che gli uiguri sono brutalmente perseguiti  e vengono violati i diritti umani. Ex detenuti e gruppi indipendenti asseriscono che in questi lager le condizioni di vita sono disumane e si è obbligati a rinunciare alla propria cultura e religione.

Durante un viaggio in Cina il mese scorso, il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas, ha invitato Pechino ad essere più trasparente sulle condizioni di vita in questi campi. A Ginevra, il mese scorso, durante una revisione delle Nazioni Unite, la Germania, insieme con gli Stati Uniti e la Francia, ha chiesto alla Cina di chiudere questi  campi.

La scorsa settimana al congresso degli Stati Uniti, Mihrigul Tursun, una donna uigura, ha dichiarato di essere stata torturata più volte mentre era detenuta in uno dei centri e un certo numero di prigionieri sono morti.

Il dialogo sui diritti umani dello scorso anno è stato annullato dalla Cina ma né la Cina né la Germania hanno dichiarato il motivo per cui è stato cancellato.

 

Traduzione a cura della Laogai Research Foundation Italia Onlus


Fonte: SCMP, 02/12/2018

Versione inglese: SCMP, China ‘rejects German human rights delegation’s request’ to visit Xinjiang

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.