La Cina imprigiona il musicista del Guangdong che cantava di Liu Xiaobo

Le autorità della provincia cinese del Guangdong hanno condannato a tre anni il musicista che cantava per il defunto prigioniero politico e premio Nobel per la pace Liu Xiaobo. Il cantautore Xu Lin è stato condannato dopo che il tribunale del distretto di Nansha, nella capitale della provincia, lo ha riconosciuto colpevole.

Xu ha iniziato la detenzione dopo che ha scritto canzoni in memoria di Liu, che è morto di cancro al fegato all’ultimo stadio nel luglio 2017 mentre era in custodia.

Secondo una copia del giudizio visionata da Radio Free Asia, la corte ha rivelato che Xu Lin aveva “commentato su Internet e insultato ripetutamente i leader del paese, provocando impatti sociali avversi”, oltre a pubblicare “falsi messaggi” online.

“Le informazioni, ampiamente diffuse e commentate, hanno causato gravi cambiamenti all’ordine pubblico”, ha affermato la sentenza. “La corte ha ritenuto che il caso fosse serio e richiedesse quindi una pena detentiva”.

Torna all’epoca di Mao

La moglie di Xu ha detto che l’udienza è durata solo pochi minuti, dopo di che il marito è stato portato via nuovamente.

“Ci saranno sempre delle persone che si alzeranno di fronte alle ingiustizie. Non abbiamo nemmeno il permesso di scrivere un commento?” ha dichiarato.

Ha detto che l’amministrazione del presidente Xi Jinping sta prendendo una linea sempre più dura con qualsiasi forma di dissenso pubblico o di critica.

“Sembra che stiano tornando all’era del [leader supremo] Mao Zedong. In che anno siamo? Questo genere di cose non accadrebbero mai in un paese democratico”.

Ha aggiunto che Xu ha probabilmente ricevuto una condanna più dura perché si era rifiutato di cooperare con le autorità producendo una “confessione” o dichiarandosi colpevole.

Colpo alla libertà di espressione

L’attivista per i diritti Huang Yongxiang ha detto che il processo di detenzione di Xu è stato un ulteriore grave colpo alla libertà di espressione in Cina.

“Se le persone possono essere detenute solo per aver fatto commenti casuali, allora le cose stanno diventando più rigide e severe”, ha detto Huang. “Certo, questo farà paura alla maggioranza delle persone. La soppressione della libertà di espressione porterà sicuramente più persone a censurarsi. Un bel po’ di persone sono ora detenute sulla base di qualcosa che hanno scritto su Twitter”, ha aggiunto.

Amnesty International ha precedentemente avvertito che Xu Lin è a rischio di tortura e altri maltrattamenti. Xu è stato ricoverato in ospedale mentre era detenuto nel centro di detenzione di Nansha, nel capoluogo della provincia di Guangdong, suscitando timori di aver subito torture o maltrattamenti, forse nella speranza che questo avrebbe portato ad una “confessione”.

Traduzione a cura della Laogai Research Foundation Italia


Fonte: Radio Free Asia, 7/12/18

English article: China Jails Guangdong Musician Who Sang About Liu Xiaobo

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.