La Cina dovrebbe permettere che Hong Kong scelga i propri candidati

 

Carol Wickenkamp,The Epoch Times,30.11.2013

Un discorso della scorsa settimana di Li Fei, presidente del Comitato di Pechino per la Carta fondamentale, ha rivelato che il Partito Comunista Cinese (Pcc) istituirà una commissione per selezionare i candidati a capo del governo locale di Hong Kong. Coloro che non soddisfano il criterio del meccanismo di selezione, verranno scartati.

Human Rights Watch (Hrw) ha emesso un comunicato ieri dicendo che alla gente di Hong Kong dovrebbe essere consentito di scegliere i propri candidati.

( Nella foto: l’Alleanza per la Vera Democrazia si è impegnata per contrastare ulteriori ritardi da parte del Pcc nell’attuazione del suffragio universale a Hong Kong per il 2017, ma Pechino ha detto che il Pcc selezionerà i candidati del 2017, distruggendo le loro speranze. Ventisette parlamentari provenienti da 12 gruppi pan-democratici si sono riuniti a Hong Kong il 21 marzo per formare il gruppo che mira a far leva sul potere dei cittadini per ottenere il suffragio universale; tutto questo allo scopo di eleggere il capo dell’esecutivo e del Consiglio legislativo.)

La commissione per la selezione e nomina dei candidati a capo del governo locale sarebbe composta da un gruppo piccolo e selezionato di residenti di Hong Kong che hanno scelto i candidati autorizzati a proporsi alle prossime elezioni, secondo quanto detto da Li.

I candidati che «affrontano il Governo centrale» non soddisferanno il criterio di selezione, ha affermato Li nel suo annuncio, riecheggiando la posizione del suo predecessore sul Comitato per la Carta fondamentale e il direttore dell’Ufficio di Intermediazione di Hong Kong.

«Pechino ha ora espresso in modo chiaro e limpido che la vera democrazia non verrà offerta alla gente di Hong Kong – ha detto Brad Adams, direttore per l’Asia a Hrw – Mentre afferma che organizzerà una consultazione pubblica, il governo cinese ha già deciso di mantenere il controllo su chi governa Hong Kong».

Dopo aver scartato il suffragio universale per le elezioni del 2004 e del 2007, il Comitato permanente del Congresso nazionale del popolo (Npcsc) ha detto nel 2007 che il suffragio universale potrà «forse» essere in serbo per il prossimo capo del governo locale (2017) e per le elezioni del Consiglio legislativo (2020).

I gruppi pro-democrazia hanno proposto che tutti gli elettori di Hong Kong facessero parte del processo di scelta dei candidati per le elezioni del 2017.
Il processo di nomina non deve violare il Patto internazionale sui diritti civili e politici (Iccpr), secondo quanto affermato da Hrw, e la selezione effettuata dal Pcc per scartare i candidati dell’opposizione sarebbe una chiara violazione.

Il Patto internazionale, firmato dai Britannici quando Hong Kong era una colonia, si applica ancora a Hong Kong, in base alle affermazioni di Hrw. Il patto garantisce ildiritto di voto e dei candidati, assicurando che entrambi i diritti siano conformi ai principi del suffragio universale ed equanime.
Human Rights Watch ha sollecitato il governo di Hong Kong e il Pcc per sviluppare un piano dettagliato e limitato nel tempo, che assicurerebbe delle pratiche di suffragio universale ed eguale.

Tutte le proposte di nomina dei candidati per le prossime elezioni del 2017 come capo del governo locale dovrebbero consentire una consultazione pubblica e devono essere conformi agli standard internazionali sui diritti umani, comprese le norme dell’Iccpr, secondo quanto detto da Hrw.

«Invece di impiegare tempo nell’ideazione di schemi che rompono gli accordi sulla riforma elettorale, il governo cinese dovrebbe muoversi verso un autentico suffragio universale – ha detto Adams – La gente di Hong Kong ha continuamente messo in chiaro che vogliono una vera democrazia. I giochi di Pechino posso solo minare la sua legittimità sul territorio»

Fonte:http://www.epochtimes.it/news/la-cina-dovrebbe-permettere-che-hong-kong-scelga-i-propri-candidati—124742

English Version:
http://www.theepochtimes.com/n3/377584-rights-group-china-should-let-hong-kong-choose-its-own-candidates/

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.