La Cina dovrà ritirare 400 studi sui trapianti perché coinvolti nel traffico d’organi?

Il prelievo forzato di organi da prigionieri è un problema noto da anni, che la Cina combatte dal 2015. Ma un gruppo di ricerca australiano ha dimostrato che il problema affligge ancora moltissimi studi.

Un gruppo di scienziati australiani ha pubblicato un documento che chiede il ritiro di più di 400 studi clinici in cui vengono svolti trapianti d’organi. Queste ricerche non rispettano gli standard etici, dato che non indicano la provenienza degli organi e il consenso all’espianto. Il timore degli scienziati è che questi organi siano stati prelevati da prigionieri cinesi giustiziati. La richiesta è stata pubblicata, in uno studio su Bmj Open, dai ricercatori guidati da Wendy Rogers, docente di etica clinica alla Macquarie University a Sidney.

Il problema dell’abuso di trapianti in Cina è già sentito da diversi anni e la International Coalition to End Transplant Abuse in China (Etac), che include avvocati, medici professionisti, eticisti e accademici, si occupa di porre fine a questo fenomeno. Nel 2016 la coalizione ha pubblicato un’indagine in cui svela come i numeri ufficiali dei trapianti non corrispondano a quelli effettivi registrati dagli ospedali: secondo il governo cinese ci sono circa 10mila trapianti l’anno, mentre i dati ospedalieri riportano una cifra che va dai 60 ai 100mila.

Gli autori concludono che la maggior parte di questi organi proviene dai “prigionieri di coscienza“, un termine coniato da Amnesty International per indicare persone che vengono imprigionate sulla base di caratteristiche personali, come etnia, orientamento sessuale e religione, e non per aver commesso reati. Questi trapianti, dunque, sono associati all’uccisione di innocenti, come rimarca l’Etac.

Fonte: Wired,07/02/2019

English article,Daily Mail:

Researchers demand 400 scientific papers on transplantation are retracted ‘because the organs were harvested from executed prisoners in China without consent’

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.