La Cina considera l’abolizione di tutte le restrizioni alla nascita nel 2025″ – Perché aspettare? Perchè non ora?

Il Wall Street Journal ha pubblicato  oggi un  articolo secondo cui, secondo fonti anonime “a conoscenza della questione”, il Partito comunista cinese sta valutando la possibilità di porre fine a tutte le restrizioni alle nascite nel 2025.

Reggie Littlejohn, fondatore e presidente di  Women’s Rights Without Frontiers , ha combattuto l’aborto forzato in Cina per più di un decennio. Ha rilasciato la seguente DICHIARAZIONE:

L’articolo che afferma che il Partito Comunista Cinese potrebbe prendere in considerazione la fine di tutte le politiche coercitive di controllo della popolazione nel 2025 sarà senza dubbio accolto da alcuni con gioia. Prima di festeggiare, vorrei notare quanto segue:

Il PCC non ha posto fine alle restrizioni alla nascita. Stanno valutando solo  la possibilità  di farlo nel 2025.

  • Non si sono pentiti dell’aborto forzato o della sterilizzazione, ma stanno prendendo in considerazione questa misura esclusivamente per ragioni demografiche ed economiche. Sono alla disperata ricerca di nuovi bambini per rinnovare la loro forza lavoro e bilanciare la loro popolazione che invecchia rapidamente.
  • Dal momento che stanno andando incontro a un disastro demografico,  perché devono aspettare fino al 2025?    Fino alla fine di ogni controllo coercitivo della popolazione, i corpi delle donne rimangono nel dominio dello Stato e la Womb Police è ancora in attività. Le donne dovrebbero essere libere di dare alla luce i propri figli,  ora.    Secondo un rapporto di Radio Free Asia  ,  “ogni anno in Cina vengono interrotte una media di 8 milioni di gravidanze “extra”. Se il PCC aspetta fino al 2025, quante altre decine di milioni di gravidanze “extra” verranno interrotte, spesso con la forza? Chiediamo al PCC di porre fine immediatamente a qualsiasi controllo coercitivo della popolazione  .

 

  • La regola della politica dei tre figli è che ogni  coppia  può avere tre figli. Pertanto, rimane illegale per le donne single partorire. Se il PCC “elimina” tutte le restrizioni alla nascita, permetterà finalmente alle donne single di partorire? O la nuova regola sarà “tutte le  coppie  ora possono avere tutti i figli che vogliono”?
  • L’abolizione del controllo coercitivo della popolazione verrà applicata anche agli uiguri nello Xinjiang? Il PCC sta attualmente commettendo un genocidio contro di loro, in gran parte attraverso l’aborto forzato e la sterilizzazione. Hanno detenuto decine o centinaia di migliaia di genitori perché avevano “troppi figli”. Chiediamo al PCC di smettere immediatamente di commettere un genocidio contro gli uiguri attraverso l’aborto forzato e la sterilizzazione. Chiediamo anche loro di rilasciare tutti i genitori uiguri detenuti nei campi di concentramento perché hanno “troppi bambini” e di restituire loro i figli.
  • L’abolizione di tutte le restrizioni coercitive sul controllo della popolazione non ripristinerà di per sé la popolazione cinese. Il PCC non ha ricevuto il baby boom che si aspettava quando è passato da una politica per un figlio a una per due figli nel 2016. Infatti, dopo il primo anno della politica per due figli, il tasso di fertilità è sceso ai suoi livelli più bassi in decenni. Credo che lo stesso varrebbe per la politica dei tre figli e sarebbe vero se tutte le restrizioni alla nascita venissero revocate. Il PCC ha intimidito così brutalmente il popolo cinese facendogli credere che un figlio sia il numero ideale, che molte coppie non vogliono più di un figlio. Inoltre, crescere i figli è molto costoso in Cina.  Il PCC è caduto vittima della sua stessa propaganda.

Quando la politica dei tre figli non fornisce la spinta alle nuove nascite che il PCC vuole, spero che non ricorra alla gravidanza forzata. Poiché la coercizione è al centro di tutte le sue politiche di controllo della popolazione, indipendentemente dal numero di bambini “consentiti”, la possibilità di una gravidanza forzata non può essere ignorata.

Link correlati

La Cina considera l’abolizione di tutte le restrizioni alla nascita entro il 2025. 18/06/21

https://www.wsj.com/articles/china-plans-further-shift-toward-encouraging-childbirth-11624003448

Aborti negli ospedali dello Xinjiang , bambini uccisi al di fuori dei limiti della pianificazione familiare: ostetrica uigura. 8/17/21

https://www.rfa.org/english/news/uyghur/abortions-08172020144036.html

Related Links

China Considers Lifting All Birth Restrictions by 2025.  6/18/21

https://www.wsj.com/articles/china-plans-further-shift-toward-encouraging-childbirth-11624003448

Xinjiang Hospitals Aborted, Killed Babies Outside Family Planning Limits:  Uyghur Obstetrician.  8/17/21

https://www.rfa.org/english/news/uyghur/abortions-08172020144036.html

Traduzione Arcipelago laogai: in memoria di Harry Wu

Fonte: Reggie Littlejohn, President, Women’s Rights Without Frontiers ,18/06/2021

 

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.