La Cina censura Disney: chiuso il servizio DisneyLife

A neanche cinque mesi dall’avvio, la piattaforma online per distribuzione di contenuti di proprietà di Disney, DisneyLife ha dovuto fare i conti con la censura cinese, andando incontro alla chiusura. La stessa sorte è toccata ad alcuni canali di distribuzione di proprietà Apple: iTunes Movie e iBooks.

La sospensione definitiva del servizio segue la notizia di una settimana fa, quando anche i servizi di Apple per la vendita e il noleggio di film e libri, iTunes Movie e iBooks, non sono passati indenni sotto la scure censoria della Cina.

In un primo momento agli iscritti di DisneyLife era stato detto che il servizio da marzo era temporaneamente sospeso, ma adesso arriva la conferma che la piattaforma non ha rispettato le severissime restrizioni per la diffusione all’interno dei confini cinesi di contenuti stranieri, rafforzate lo scorso febbraio ed entrate in vigore proprio ad aprile.

Disney era riuscita ad entrare in Cina grazie ad un accordo commerciale con il gigante Alibaba, che dava la possibilità a quest’ultimo di distribuire contenuti della casa di Topolino tramite il proprio portale di e-commerce.

Un duro colpo per la multinazionale americana, che vedeva in DinseyLife la possibilità di imporre la propria presenza in Cina, a due mesi dall’apertura di un parco tematico a Shanghai.

Fonte: Il Giornale, 26 apr 2016

English article,Los Angeles Times:

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.