La censura cinese boccia Kahn

La censura cinese boccia Oliver Kahn. L’ex portiere della nazionale tedesca e del Bayern Monaco non andrà in onda sulla televisione cinese con il suo reality “Non mollare mai: il principio di Khan”, programma di dieci puntate ideato per trovare il futuro portiere della nazionale cinese. Le autorità di Pechino lo hanno bloccato prima della messa in onda, prevista sul canale satellitare Heilongjiang.

CENSURA SPIETATA – L’amministrazione statale di Radio cinema e televisione, l’organo locale incaricato di approvare o respingere i progetti audiovisivi, ha informato che il certificato per la messa in onda del programma sarà rivisto. La trasmissione della prima puntata del reality era prevista per la prossima settimana. L’ex portierone del Bayern Monaco e della nazionale tedesca era stato reclutato dall’emittente che gli aveva confezionato su misura lo spettacolo, era chiamato a scoprire e allenare giovani talenti tra i 17 e i 24 anni. Per il vincitore l’opportunità di uno stage con la Federcalcio tedesca.

fonte: La Repubblica, 23 giugno 2009

Vai all’articolo su La Repubblica

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.