- Arcipelago Laogai - https://www.laogai.it -

Kim Jong-il apre ai colloqui a Sei sul nucleare

“La Corea del Nord proseguirà nel suo obiettivo rivolto alla denuclearizzazione” e mette in campo tutti gli sforzi per “la protezione della pace e della stabilità della penisola coreana”. È quanto ha affermato in mattinata Kim Jong-il all’inviato speciale di Pechino Dai Bingguo, il quale ha consegnato al Caro leader un “messaggio personale” del presidente cinese Hu Jintao.

Kim Jong-il – riferisce l’agenzia ufficiale cinese Xinhua – ha aggiunto che spera “di risolvere la questione attraverso colloqui bilaterali o multilaterali”, riaprendo quindi la porta ai negoziati Sei sul nucleare che, insieme a Cina e Corea del Nord, interessano la Corea del Sud, gli Stati Uniti, il Giappone e la Russia.
 
Nelle scorse settimane Pyongyang aveva chiesto colloqui “diretti” con Washington, considerando chiuso il tavolo allargato delle trattative. La mediazione di Pechino sembra quindi aver riaperto la partita sul nucleare nord-coreano.
 
Dai Bingguo, consigliere del presidente Hu Jintao, è arrivato in Corea del Nord lo scorso 16 settembre; la missione diplomatica, voluta con forza da Pechino, nel tentativo di dare un nuovo impulso alla questione nucleare. In una lettera personale, consegnata al “Caro leader” nord-coreano, il presidente Hu Jintao sottolinea gli sforzi della Cina “per ottenere la denuclearizzazione della penisola coreana” e salvaguardare e promuovere “pace, stabilità e sviluppo dell’Asia del Nord-est”.
 
“La Cina – aggiunge Hu – è pronta a mettere in campo tutti gli sforzi per lavorare di comune accordo con la Corea del Nord per realizzare questo obiettivo”.  
Fonte: AsiaNews, 18 settembre 2009