KATHMANDU: Rapporto dell’Ufficio del Tibet sulla situazione degli insediamenti tibetani

L’Ufficio del Tibet di Kathmandu ha stilato il 27 aprile un primo rapporto sulla situazione degli insediamenti tibetani in Nepal all’indomani del terribile terremoto che ha devastato il paese. Secondo le informazioni ricevute, nelle comunità tibetane si registrano danni alle abitazioni ma, fortunatamente, poche perdite di vite umane.

La maggior parte dei danni alle costruzioni è concentrata nella capitale: a Swayambhunat e Lo Tserok alcune case di tibetani risultano lesionate. In particolare, a Swayambhunat è crollato un edificio al cui interno si trovavano due fratelli tibetani dei quali uno è deceduto; l’altro, seriamente ferito, è stato ricoverato all’ospedale.

A Boudha e a Jorpati un edificio che ospitava 37 famiglie è gravemente danneggiato e rischia di crollare. Altre abitazioni di proprietà o in affitto risultano lesionate. Un tibetano di trent’anni è deceduto a Boudha sotto le macerie di un muro crollato durante il terremoto. Lesionato anche il monastero di Libing Sendrak Rinpoche: danni alle abitazioni dei monaci ma nessun morto o ferito tra i religiosi. Una monaca è deceduta, tre hanno riportato gravi ferite.

L’Ufficio del Tibet non è stato ancora in grado di contattare l’insediamento di Pokara. Sembra tuttavia che non ci siano state perdite di vite umane. Impossibile anche ogni contatto con gli insediamenti delle regioni di frontiera quali Dothang, Manang, Tsum and Nubri. Danni agli edifici ma nessun caso di morte anche presso l’insediamento di Jwalakhel, noto per le sue produzioni artigianali.

Nessuna vittima nelle regioni di Solokhumbu, Walung e Rasogiri dove si registra il crollo di una scuola e di una casa privata. Le notizie sono comunque parziali perché non tutte le comunità sono state contattate. Un rapporto più dettagliato sarà stilato i prossimi giorni.

Lesioni e crepe murarie all’Ufficio del Tibet di Kathmandu. La strada d’accesso all’edificio è bloccata. Tutti i tibetani trovano riparo in questi giorni fuori dalle loro case, sotto tende improvvisate.

Fonti: The Tibet Post – TSG Network – Associazione Italia Tibet, 30/04/2015

English article, The Tibetan Post:

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.