Categoria: Istituzioni nazionali e Internazionali

Le mani della Cina sulle economie occidentali

Epoch Times, 7 giu 18
Negli ultimi anni, i grandi gruppi cinesi hanno acquistato in Occidente il controllo di intere società. Solo nei primi tre mesi del 2016, ad esempio, i cinesi hanno speso circa 103 miliardi di dollari per le fusioni e le acquisizioni di importanti imprese negli Stati Uniti e in Europa. Mentre nell’anno precedente, la spesa totale per gli investimenti all’estero era stata di 107 miliardi di dollari.
L’interesse del regime cinese non è più rivolto solo ai progetti per il trasporto o per infrastrutture come ferrovie, porti o autostrade: oggi gli investitori cinesi stanno puntando soprattutto su aziende legate alla tecnologia, alle telecomunicazioni, all’alimentazione, ai servizi alberghieri, alle aree industriali e al consumo.

Cina-Ue: è ora di mettere fine alla competizione sleale

Jonathan Holslag, co-fondatore dell’Istituto di Studi cinesi contemporanei di Bruxelles e professore di relazioni internazionali alla Libera università di Bruxelles, del libero commercio ha una visione nettamente opposta a quella «naive» della Commissione europea di cui è consulente: «È un po’ come credere nel Paradiso».

Ondata di suicidi tra i funzionari del Pcc

Epoch Times, 3 giu 18
Dopo il 19esimo Congresso nazionale del Pcc, il numero dei suicidi tra i funzionari del Partito è andato crescendo, fino ad arrivare a 4 suicidi in 6 giorni. Dato preoccupante anche per il regime del Partito Comunista Cinese, nonostante la morte innaturale dei funzionari sia stata sempre considerata ‘normale’.

Cina, la “tribù delle caverne” a duemila metri contro il governo: non vuole trasferirsi in città

A Zhongdong l’insolita comunità nata in una grotta nel Getu River National Park, prima che la riserva divenisse paradiso dei climber. Nel 2008 Pechino ha offerto case in muratura, ma la popolazione – che è scarsamente adattabile e teme di perdere il controllo sulla terra – non vuole andarsene.

Jiang Zemin, 91 anni e 209 mila azioni penali per crimini contro l’Umanità

Epoch Times, 1 giu 18
Si può definire, a ragione, il capo politico più brutale, malvagio e crudele che la Storia moderna abbia mai visto. Nato il 17 agosto 1929, l’ex dittatore cinese Jiang Zemin è famoso anche per essere arrivato al potere tramite corruzioni e crimini, rivelandosi il tiranno più astuto e dissennato dei nostri tempi.

La Merkel per i diritti umani in Cina

Epoch Times, 24 mag 18
Durante la sua visita in Cina, il primo ministro tedesco Angela Merkel ha incontrato le consorti di Wang Quanzhang e Yu Wensheng, due avvocati dei diritti umani arrestati dal regime comunista cinese. L’azione della Merkel (pur non essendo stata pubblicizzata dalla stampa tedesca) ha mostrato quanto la Cancelliera sia attenta al problema dei diritti umani in Cina.

L’allerta Usa ai suoi funzionari in Cina: attenzione ai suoni inusuali

L’ambasciata statunitense a Pechino ha emesso un’allerta sanitaria dopo che un funzionario governativo ha riportato «tenui e vaghe, ma anormali, sensazioni di suono e di pressione». Il funzionario, ha spiegato ai media Usa la portavoce dell’Ambasciata, Jinnie Lee, lavorava presso il Consolato statunitense a Guangzhou, nel sud-est della Cina. «Non sappiamo al momento cosa abbia causato i sintomi e non siamo al corrente di situazioni simili in Cina, sia dentro che fuori dalla comunità diplomatica», ha spiegato la sede diplomatica statunitense.