Categoria: Inquinamento ambientale

La metà dell’inquinamento globale proviene da 25 città. Principale responsabile le città cinesi

Non passa giorno che non si sentano annunci allarmistici, quando non apocalittici, sull’inquinamento e sul riscaldamento globale. Seguiti a ruota da richieste sulla necessità di spendere somme faraoniche per affrontare il problema. Anche l’Unione Europea ha deciso di adottare misure drastiche (che peseranno su cittadini e imprese) per ridurre le emissioni di anidride carbonica.

Gli indigeni denunciano le estrazioni del gigante petrolifero cinese nella foresta amazzonica del Perù

In Perù, gruppi indigeni e ONG locali stanno utilizzando strategie di supporto per garantire che gli investimenti cinesi nelle loro comunità li includano nel processo decisionale e non vadano a scapito dell’ambiente.

La Cina va avanti con la costruzione di altre dighe himalayane nonostante gli enormi rischi di catastrofi

Il Partito Comunista Cinese (PCC) al governo questo mese ha dato il via libera a un imponente progetto di energia idroelettrica sul fiume Yarlung Zangbo nella regione autonoma tibetana, suscitando preoccupazioni per gli effetti ambientali potenzialmente catastrofici in futuro.

La Cina vuole costruire la più grande centrale idroelettrica al mondo in Tibet

Sul fiume Yarlung Tsangpo, in Tibet, tra le molte proteste dei tibetani e degli indiani.Lo scorso novembre il governo cinese ha annunciato l’intenzione di costruire una grande diga sul fiume Yarlung Tsangpo, che scorre in Tibet, regione autonoma della Cina.

La “Greta Thunberg cinese” costretta a lasciare la scuola: “Ho paura che il regime mi uccida”

Ou Hongy, nata e cresciuta nella città cinese di Guilin, ha solo 17 anni ma una determinazione inarrestabile. In Cina, uno dei paesi più inquinanti al mondo, è l’unica rappresentante di Fridays For Future, il movimento globale per il clima ispirato dalla giovane attivista svedese Greta Thumberg. Ou porta avanti da due anni la sua protesta solitaria per far sì che il governo cinese adotti politiche climatiche più rigorose. Le autorità l’accusano di rovinare l’immagine della Cina e la tengono sotto stretta sorveglianza. “Rischio di venire uccisa o incarcerata. Sono stata espulsa da scuola per il mio attivismo”, racconta a Fanpage.it.

5G, l’Italia dice no all’accordo tra Fastweb e Huawei

Secondo quanto riporta l’agenzia Reuters l’Italia ha impedito al gruppo di telecomunicazioni svizzero di firmare un accordo con il colosso dalla Cina per la fornitura di apparecchiature per la sua rete centrale 5G, il segno più chiaro che Roma sta adottando una posizione più dura contro il gruppo cinese.

Il regime cinese “arma” i fiumi del Tibet, soffocando l’approvvigionamento idrico dell’Asia

L’altopiano tibetano, che funge da sorgente per 10 grandi fiumi asiatici, fornisce acqua a centinaia di milioni di persone in tutto il continente. Ma il regime cinese ha armato queste acque per alimentare la propria industrializzazione, affamando i paesi asiatici a valle di questa preziosa risorsa, afferma l’analista cinese e attivista tibetano Maura Moynihan.