INDIA: Nove esplosioni a Bodhgaya, quattro nel tempio principale. Un monaco gravemente ferito.

Il luogo è meta di pellegrinaggio buddista da tutto il mondo, qui è custodito l’albero sotto cui Buddha ebbe “l’illuminazione”. Diverse esplosioni sono avvenute a Bodh Gaya, nel tempio sacro buddista. Secondo la polizia, vi sarebbero due feriti. Il tempio è noto per l’albero sacro dove si sarebbe sempre seduto Buddha e che è meta di pellegrinaggio da tutto il mondo. Il tempio di Bodh Gaya è uno dei più importanti luoghi sacri della religione buddista. Bodh Gaya fu il luogo dove Siddhartha Gautama, verso il 530 a.C., raggiunse l’illuminazione e divenne il Buddha storico sotto un ficus religiosa. Bodh Gaya divenne luogo di pellegrinaggio subito dopo la morte del Buddha. feriti sono due monaci buddisti. “Sei esplosioni di debole potenza si sono verificate stamattina, quattro all’interno e due all’esterno del tempio”, precisa l’ufficiale di polizia Ravinder Kumar. Un settimo ordigno è stato disinnescato vicino l’enorme statua di Buddha, alta 24 metri.
Nella foto un monaco gravemente ferito dall’esplosione di Mahabodhi Bodhgaya

Ciò che era previsto è accaduto. di Valentino Giacomin.

Ho la fortuna che non ero lì questa mattina grazie ad alcuni lavori che devono fare a Sarnath, altrimenti avrei potuto essere tra i feriti. In realtà, il momento dell’esplosione è quello in cui solitamente facciop visita allo Stupa, con alcuni studenti Chakma. Certo, sono molto triste per quello che è successo, ma sono anche “arrabbiato” per l’atteggiamento insensibile del Mahabodhi Management (BTMC) che non non si curava molto della sicurezza del luogo sacro. In realtà, ho le foto di centinaia di pellegrini che dormono all’interno del Tempio durante la notte, quando le guardie di sicurezza sono quasi del tutto assenti all’interno del Tempio. È facile per i ladri, i terroristi, durante la notte fare ciò che vogliono, come, per esempio, mettere bombe come è successo questa notte. Si potrebbe chiedere perché questo lassismo da parte del BTMC. Il motivo è la corruzione. I pellegrini sono invitati a pagare per essere autorizzati a rimanere – illegalmente – all’interno del Tempio. Recentemente il numero di pellegrini notturni si stava gonfiando di giorno in giorno. La settimana scorsa erano circa trecento. Le esplosioni sono anche i risultati di questa vergognosa situazione.

Tibet Dalai Lama News, 07 Luglio 2013

English Version:
http://www.sangye.it/dalailamanews/?p=7591#more-7591

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.