“In Tibet la gente moriva tra le mie braccia…”

L’Audiencia Nacional (Corte Suprema) spagnola ha acquisito la testimonianza del dott. Kerr, un medico statunitense, che ha portato a Madrid 25 Kg di documenti cartacei, a prova delle violenze e delle crudeltà perpetrate dal regime cinese in Tibet per 30 anni. Il Dott. Kerr ha viaggiato in Tibet per ben quattro volte, ha curato numerosi monaci e vittime della polizia e testimoniato che la polizia cinese aveva sparato deliberatamente su donne e bambini. Durante il suo ultimo viaggio ha intervistato 140 donne tibetane vittime di sterilizzazione forzata e documentato 130 casi di aborto forzato e 8 casi di puro infanticidio. L’azione legale è stata intrapresa contro Jang Zemin e Li Peng ed altri sei altri leader della Repubblica Popolare Cinese, per crimini contro l’umanità. Qui si può leggere l’articolo in spagnolo pubblicato sul quotidiano El Pais del 15 gennaio scorso.
Certamente le autorità spagnole sembrano più interessate ai crimini della Cina in Tibet che lo siano quelle italiane…..

FRP

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.