Categoria: In evidenza

Reporter Senza Frontiere. “Strategia di Pechino mira a controllare l’informazione anche fuori dalla Cina”

Il quotidiano online Spraynews.it ha riportato l’ultimo rapporto della ong Reporter Senza Frontiere, dal titolo «Il nuovo ordine mondiale dei media cinesi», secondo cui Pechino avrebbe da tempo imbastito strategie volte ad imporre il proprio modello non soltanto nel mondo affaristico ma anche in quello delle comunicazioni.

Donna costretta a letto torturata nella prigione femminile di Liaoning

Qiu Sihui, di Anshan, provincia di Liaoning, è stata più volte arrestata per essersi rifiutata di rinunciare alla sua fede nel Falun Gong, una disciplina spirituale perseguitata dal regime comunista cinese. Attualmente è detenuta nel carcere femminile di Liaoning.

La solidarietà della politica sulle minacce cinesi alla giornalista del Foglio. Il silenzio di Lega e M5s

L’opposizione è unita nel condannare le poco gradevoli parole rivolte a Giulia Pompili dal capo ufficio stampa dell’ambasciata cinese. Il governo davvero lascerà correre così?

Durante l’incontro fra Xi Jinping e Mattarella al Quirinale, un funzionario dell’ambasciata cinese in Italia ha minacciato una giornalista del Foglio

La giornalista del Foglio Giulia Pompili ha raccontato di essere stata intimidita al Quirinale da un funzionario dell’ambasciata cinese in Italia: “Smettila di parlare male della Cina”,“so benissimo chi sei”. Solidarietà da più parti. La libertà di stampa in Cina è un problema

Le donne Kachin dal Myanmar violentate finché non restano incinte [Video]

Le autorità birmane e cinesi stanno chiudendo un occhio su un crescente commercio di donne della minoranza Kachin del Myanmar, che vengono portate al di là del confine, vendute come mogli a uomini cinesi e violentate fino alla loro gravidanza, sostiene un rapporto di HRW.

Il piano del governo cinese per schedare le donne in età fertile

Pechino avrebbe avviato il programma di schedatura delle donne single e in età fertile al fine di aiutare gli uomini cinesi nella ricerca di partner prolifiche.

Le crescenti preoccupazioni sull’influenza cinese al Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite

Gli attivisti per i diritti umani sono sempre più preoccupati che l’influenza di Pechino abbia un impatto negativo sul lavoro del Consiglio per i Diritti Umani delle Nazioni Unite. Sophie Richardson, del Human Rights Watch (HRW), ha avvertito in un articolo questa settimana che la Cina sta cercando di minare la missione del Consiglio dall’interno.