Categoria: In evidenza

Raccolta forzata di organi: “Vado in Cina, stanno sparando al mio donatore”.

Health Europa Quarterly parla con il bioeticista Professor Wendy Rogers del prelievo forzato di organi e delle responsabilità etiche di medici e accademici.

Il documentario sulla politica di Harrowing One Child espone la devastazione dell’aborto forzato in Cina. Il comunismo

One Child Nation ha vinto il Grand Jury Award al Sundance nel 2019 e ha ricevuto importanti consensi dalla critica, soprattutto considerando la gravità della sua materia. Il film è un’esposizione straziante della devastazione causata dalla “polizia dell’utero” che ha applicato la politica del figlio unico cinese. Ma il film va oltre. È un’accusa ardente del comunismo stesso.

Persecuzione Chiesa di Dio Onnipotente in Cina: rifugiata politica cristiana cinese in Italia invia una preghiera al responsabile di Arcipelago laogai.

Una rifugiata politica cristiana cinese in Italia ha inviato una preghiera al responsabile di Arcipelago laogai: in memoria di Harry Wu , Gianni Da Valle di pubblicare una sua denuncia sulla grave situazione della persecuzione della Chiesa di Dio Onnipotente in Cina.  Perdonerete  qualche imprecisione stilistica a una persona che non ha piena padronanza della lingua. A noi sembrava una irriverenza modificare  o correggere qualche cosa nella forma.

Coronavirus: la Cina ha imposto il silenzio ai medici

La Cina che ha utilizzato operai per 10 giorni per la costruzione di un ospedale dove saranno ricoverati i malati del contagio ha imposto ai medici il silenzio sul coronavirus già a fine di dicembre dopo che erano scoppiati i primi casi del mese……

FdI-Incontri: l’attivista Gianni Da Valle ha affrontato lo spinoso tema dei “campi di rieducazione” gestiti da 70 anni dal governo cinese

I Laogai, una storia di schiavitù moderna. L’incontro sul tema “I business del dragone”, promosso in sala Granata da Fratelli d’Italia, alla presenza del deputato (e componente della commissione Esteri della Camera),Andrea Delmastro, del segretario provinciale Gianmario Invernizzi e del segretario cittadino Omar Lamparelli, ha affrontato lo spinoso tema dei “campi di lavoro” allestiti dal governo cinese, 1.500 strutture che il regime comunista usa definire“centri di rieducazione al lavoro” dove dissidenti religiosi e politici, uomini e donne ma anche bambini,vengono costretti ai lavori forzati in condizioni disumane.

Pechino censura le notizie sulla diffusione del virus e favorisce il contagio. A rischio elevato contagio detenuti nei laogai

Xi Jinping ha riconosciuto che la “diffusione accelerata” di un nuovo coronavirus dalla città cinese centrale di Wuhan è una “grave situazione”. Per fermare la diffusione del virus, il governo cinese ha vietato ai residenti di Wuhan e alle città vicine di viaggiare e bloccare la partenza voli, treni, autobus e traghetti. Ma se questo si trasforma in una catastrofe, il culto della personalità attorno al signor Xi e gli sforzi del regime comunista per controllare le informazioni meriteranno gran parte della colpa.

Ricordiamo l’Olocausto ma non dimentichiamo che queste atrocità continuano ancora.

Il 27 gennaio di ogni anno, ricordiamo l’Olocausto, che ha fatto strage di ebrei durante la seconda guerra mondiale. Lo stesso giorno si commemora anche la liberazione del campo di concentramento nazista di Auschwitz-Birkenau in Polonia, avvenuta il 27 gennaio 1945.