Categoria: In evidenza

Botteri da Pechino fa una dichiarazione d’amore per Xi Jinping. “Striscia la notizia” la massacra

«Pensiero stupendo, quello di Xi Jinping, “il nuovo, grande timoniere” di Pechino: no, non lo dice l’ufficio propaganda del partito comunista cinese ma la corrispondente Rai Giovanna Botteri, nella sua ultima scottante inchiesta per il tg2». Così, Striscia la notizia con un servizio dedicato alla corrispondente Rai.

Arrestati 11 cinesi che avevano inviato foto sugli inizi del Covid-19 a Epoch Times

 

11 cittadini cinesi sono stati arrestati per aver fornito delle foto all’edizione in lingua cinese di Epoch Times nei primi giorni della pandemia Covid-19.

Regno Unito: stop alle esposizioni ” Real-Bodies” di prigionieri cinesi deceduti

Corpi reali di esseri umani deceduti sono esposti in tutto il mondo. Provengono dalla Cina e potrebbero essere collegati al prelievo di organi.

L’ultima tendenza della persecuzione in Cina: prendere di mira i bambini cristiani.

Cina (MNN) — E se andare al college significasse smettere di andare in chiesa? Questo fa parte dell’ultima tendenza alla persecuzione in Cina. Todd Nettleton, portavoce di The Voice of the Martyrs USA, afferma che i funzionari comunisti stanno prendendo di mira i bambini cristiani.

MANGIAUOMINI Banchetti di carne, cuori strappati e vittime mangiate VIVE – Il macabro passato cannibale della Cina è stato insabbiato dai comunisti

La raccapricciante storia recente della CINA include macabri “banchetti di carne” in cui i “nemici di classe” sono stati rimpinzati vivi, ma il Partito Comunista ha tentato di coprire gli orrori.

La Cina contrassegnata come il peggior carnefice del mondo.

Iniezioni letali, esecuzioni pubbliche con colpo alla nuca, vendita di organi dei condannati a morte per “fare cassa” senza l’autorizzazione, “furgoni delle esecuzioni”; Arcipelago Laogai, secondo le proprie fonti, stima che siano presenti più di 1400 laogai in tutta la Cina e che vi siano detenuti ad oggi dai 5 ai 6 milioni di prigionieri.

COLDIRETTI: no a mani cinesi su semi Made in Italy

Le mani cinesi sulle sementi italiane sono esemplificative degli effetti provocati dall’emergenza Covid che ha indebolito il tessuto produttivo nazionale è favorito le aggressioni dall’estero. E’ quanto afferma la Coldiretti nel commentare la notizia che la multinazionale cinese Syngenta si appresta ad acquisire la Verisem, l’azienda romagnola depositaria di un pezzo del patrimonio genetico nazionale di biodiversità fatto di sementi conservate da generazioni di agricoltori.