In Cina entra in vigore divieto di fumare nei luoghi pubblici

Bar e ristoranti invasi da fumo, passeggeri di autobus con la sigaretta accesa, anche Pechino dice basta a queste situazioni. E infatti entrato in vigore il divieto di fumare negli spazi pubblici chiusi in tutta la Cina. In realtà mettere al bando il fumo non sarà così facile, in un paese che conta più di 300 milioni di tabagisti. La normativa, che non prevede sanzioni, include solo alcune restrizioni ai distributori automatici di sigarette.La legge inoltre non è stata preceduta da alcuna campagna di sensibilizzazione degna di questo nome e i più scettici continuano a pensare che i cinesi consumeranno ancora le loro sigarette in luoghi come ascensori o sale d’attesa degli ospedali.

Fonte: TM News, 2 maggio 2011

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.