Categoria: Imperialismo militare ed economico

Il Grande Fratello cinese nelle strade e nelle case africane

Controllo di Internet, reti telefoniche, riconoscimento facciale, telecamere di sorveglianza: le compagnie cinesi forniscono diversi Stati del continente. Ma “Quando si creano reti, è possibile istallare facilmente un accesso nascosto per controllare il flusso di dati che passa”.

I cinesi sono razzisti: gli africani lo stanno scoprendo

Dittatura, razzismo, volontà di leadership globale, ambizione di riscrivere l’ordine mondiale. Questi quattro elementi, combinati tra loro e bene evidenti nella Cina contemporanea, hanno un precedente storico che ha determinato conseguenze drammatiche. E’ anche nostra responsabilità avere piena consapevolezza del pericolo che abbiamo davanti, affinchè la storia non si ripeta.

ATTIVITA’ CRIMINALE CINESE [video]

Nel video che proponiamo (La7 La Gabbia), viene descritto il metodo, ideato dai cinesi, per esportare capitali all’estero in modo illecito. Oltre al surplus commerciale, nettamente a favore di Pechino, adesso sappiamo come altri miliardi di euro lasciano il nostro paese per involarsi verso la Cina per rimpinguare le già colme casse di Xi Jinping

Cina-Myanmar, gli interessi della Cina dietro la guerre alle minoranze

Risorse naturali, rotte energetiche e commerciali fanno del Myanmar uno snodo strategico per Pechino. Che ha i suoi progetti più ambiziosi negli Stati segnati dall’offensiva militare del regime. E nel Rakhine un eventuale ritorno dei Rohingya potrebbe guastare i piani cinesi.

Il Vietnam si ribella a Pechino

Ragioni economiche e politiche dietro l’esplosione di manifestazioni anti-cinesi in tutto il paese…..

Hong Kong in marcia per la democrazia: Troppe ingerenze di Pechino

Si è tenuta ieri la tradizionale marcia pro-democrazia a Hong Kong, giunta alla 21esima edizione. Tanti i timori tra i manifestanti che vedono sempre più incombente la minaccia cinese. Critiche al capo dell’esecutivo Carrie Lam, eletta un anno fa, e accusata di essere “solo una portavoce di Pechino”

Suicidi e scommesse dopo partita Germania – Corea del Sud [video]

Il fenomeno del gioco d’azzardo è stato vietato dal partito comunista cinese sin dal 1949 (fanno eccezione le due lotterie di stato e i casinò di Macao). Tuttavia esistono numerose organizzazioni criminali che controllano e gestiscono gioco d’azzardo e scommesse clandestine, con un giro d’affari superiore a 600 miliardi di yuan all’anno (AsiaNews.it).