Categoria: Imperialismo militare ed economico

Una maglietta scatena la Cina contro Versace

La scritta sulla t-shirt rende sovrane Macau e Hong Kong. Le scuse della stilista su Facebook: «Uno sfortunato errore»

Per i media locali: “I nigeriani sono schiavi nel loro paese a causa dei ‘padroni’ cinesi”

Il“Nigeria’s This Day” domenica ha pubblicato un ampio e sconvolgente rapporto sul colonialismo cinese nell’ economia nigeriana, accusando il Partito comunista di “casualità lavorativa, evasione fiscale, mancato pagamento dei dazi doganali, falsificazione e sabotaggio definitivo” e i singoli immigrati cinesi di abbandono irresponsabile delle giovani donne nigeriane incinte.

Cina avverte attivisti Hong Kong: “Non giocate col fuoco”[video]

“Vogliamo avvertire il ristretto gruppo di criminali violenti e senza scrupoli, e chi li manovra dietro le quinte, che qualsiasi tentativo di giocare con il fuoco avrà solo effetti controproducenti“. Questo il messaggio che arriva dalla Cina agli oppositori del governo di Carrie Lam a Hong Kong, all’indomani delle nuove proteste e dello sciopero generale.

Il video militare cinese che spaventa Hong Kong

Un video pubblicato sul sito della guarnigione di Hong Kong mostra un’azione militare in assetto antisommossa, e i gerarchi di Pechino dicono che la violenza di alcuni manifestanti è “assolutamente inammissibile”. Ci aspetta un’altra Tienanmen?

Amore imposto: bambini e imprese obbligati a venerare il regime comunista.[video]

Cartelloni propagandistici obbligatori fuori da negozi e aziende mentre anche i bambini dell’asilo e delle elementari giurano di seguire il Partito.

Nuova Via della Seta e diritti umani: il grande nodo della Cina

Riemerge, prepotente, la dicotomia tra un progetto avveniristico come la Nuova Via della Seta ed un Paese ancorato a principi e valori di epoche passate, la Cina. Il progetto della Nuova Via della Seta è tornato prepotentemente nell’agenda politica della comunità internazionale in questi giorni.

La Cina avverte Taiwan: “Siamo pronti allʼuso della forza per la riunificazione”

La Cina ha dichiarato che non rinuncerà all’uso della forza per riunificare Taiwan e ha promesso di adottare tutte le misure militari necessarie per sconfiggere i “separatisti”. Nel libro bianco sulla difesa nazionale pubblicato mercoledì, e che a distanza di anni non precisi viene aggiornato, la Cina ha elencato tra le sue massime priorità la volontà di contenere “l’indipendenza di Taiwan” e combattere le forze separatiste in Tibet e nello Xinjiang.