Il Tibet una regione oppressa dimenticata.[video]

Le proteste di Hong Kong e la situazione degli uiguri nella provincia cinese dello Xinjiang ricevono molta attenzione da parte dei media internazionali. Ma quando si tratta del Tibet, dove la popolazione si oppone al potere di Pechino, rimane in silenzio.

 

Foto: Monastero di Drepung

Organizzazioni come Human Rights Watch e Radio Free Asia pubblicano regolarmente notizie, ma raramente queste notizie vengono divulgate dai media. ”Perché? Penso che l’importanza del commercio con la Cina abbia un ruolo importante in Occidente.

Le reazioni dell’Occidente e del governo italiano alla violazioni dei diritti umani in Cina  nei confronti delle minoranze etniche, dei tibetani, della chiesa,  e di altre tristi realtà, sono molto timide e inefficaci.

Non sostengo per la rottura delle relazioni, né per un boicottaggio. Certo, il commercio è importante . Ma ci vorrebbe più attenzione per i diritti umani e per la dignità umana. Sono francamente deluso sull’atteggiamento del governo italiano e dell’Occidente che si vantano di essere dei paesi democratici.

In Tibet ,come in altri regioni la Cina, esercita una pressione totalitaria ad oltre 6 milioni di tibetani. E’ una occupazione, stiamo assistendo ad un genocidio culturale. I tibetani non possono muoversi liberamente, un esercito di poliziotti controllano  le persone, ovunque ci sono telecamere con riconoscimento facciale.

E questo sistema è nato prima in Tibet e poi trasferito nello Xinjiang. In Tibet non ci sono campi di internamento delle dimensioni di quelli dello Xinjiang, ma l’intera aerea è una vasto campo di polizia. Molte rivolte, sono state domate dalla polizia cinese, con estrema violenza e a volte sono terminate con un bagno di sangue.

Durante lo Shotun, che si è svolto dal 30 al 5 di agosto a Lhasa, migliaia di fedeli si sono radunati per l’esposizione del thangka. Questa opera d’arte di grandi dimensioni viene srotolata lungo  una parete collinare specificamente predisposta nelle vicinanze. L’esibizione dell’immagine viene accompagnata da offerte e da canti religiosi. In nome della “sicurezza” il governo ha organizzato una massiccia presenza della polizia cinese., anche in borghese.

I devoti tibetani affollano una collina nel monastero di Lhasa Drepung durante il festival Shoton 2019. (foto,RFA)

Mentre si svolgeva la funzione religiosa, funzionari del governo facevano propaganda del Pcc. Agli impiegati statali e ai pensionati è stato vietato dedicarsi ad attività religiose e agli studenti nelle scuole tibetane è vietato visitare i monasteri locali. (fonte: RFA,06/09/2019)

Lama e buddisti assistono alla rappresentazione rituale annuale di un gigantesco Buddha Thangka (pittura religiosa tibetana) vicino al monastero di Labrang nella contea di Xiahe, nella provincia di Gansu, nella Cina nord-occidentale, il 3 marzo 2015.

I viaggiatori occidentali possono viaggiare in Tibet solo sotto stretto controllo. Se qualcuno osa protestare per la libertà in Tibet viene immediatamente arrestato. Altri si sono dati fuoco per questa agognata libertà. 155 persone si sono auto immolate dal 2009.

Temo  che quando il Dalai Lama terminerà  la sua vita terrena,  una rivolta possa scoppiare all’improvviso. Il governo nominerà un successore all’attuale leader spirituale tibetano. Occorre che i cosiddetti governi democratici si attivino al più presto, per scongiurare questo non tanto impossibile bagno di sangue, considerando l’età del Dalai Lama,84 anni.

Gianni Da Valle, LRF Italia Onlus,08/09/2019

Video della funzione religiosa del srotolamento del gigantesco Buddha Thangka che dà il via allo ShoDun  in Tibet, 30/08/2019

 

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.