Il Senatore americano Max Baucus sarà il nuovo ambasciatore dei diritti umani in Cina.

Il senatore Max Baucus con molte probabilità sarà il nuovo ambasciatore in Cina dei diritti umani ,se confermato dal comitato che si è espresso a favore, e il 4 febbraio 2014 ci sarà il voto. Dopo di che passerà al Senato per l’approvazione definitiva .
Il senatore ha dichiarato che i diritti umani in Cina li considera una priorità assoluta e che ha chiesto a Pechino di rispettare le regole internazionali sul commercio e le controversie marittime.

Nella foto il Senatore americano Max Baucus testimonia dinanzi alla commissione Esteri del Senato di Washington, 28 gen 2014.

Baucus, un democratico del Montana di 72 anni, in una audizione al Senato sulla sua nomina che vuole proteggere gli interessi commerciali degli Stati Uniti in Cina, incoraggiando il gigante asiatico ad agire responsabilmente come potenza globale.

“La protezione dei diritti umani è probabilmente la base, obiettivo fondamentale”, promettendo che, se confermato esorterà i leader cinesi a garantire libertà “di tutti i suoi cittadini, comprese le minoranze etniche e religiose.”

“Inviterò le autorità cinesi di svolgere un ruolo di una società civile indipendente nel risolvere le sfide sociali, adottare misure per ridurre le tensioni e promuovere la stabilità a lungo termine in Tibet e nello Xinjiang, e riavviare i colloqui sostanziali con il Dalai Lama“.

“Lavorerò per convincere la Cina di dibattere apertamente e di lasciare libero flusso alle informazioni nel suo proprio interesse.”

Baucus, senatore dal 1972 e attuale presidente della potente Commissione Finanze del Senato, è stato nominato dal presidente degli Stati Uniti Barack Obama nel mese di dicembre per sostituire Gary Locke, il primo cinese-americano a ottenere l’incarico

Il Servizio di due e anni e mezzo di Locke a Pechino è stato segnato da un drammatico scontro diplomatico per la sorte dell’attivista cieco cinese Chen Guangcheng cinese, fuggito dagli arresti domiciliari per rifugiarsi nell’ambasciata americana a Pechino. Chen ha ottenuto un visto per recarsi a New York e parlare della questione.

Il senatore ha fatto otto viaggi in Cina,di cui uno con sosta in Tibet

Nei suoi propositi c’è l’intenzione di visitare una chiesa cristiana sotterranea e di divenire un ambasciatore che fa la differenza.

Radio Free Asia,28/01/2014

English version,click here:
US Nominee for China Envoy to Make Human Rights a Top Priority

Articoli correlati:
Cina: i netizen dicono addio all’ambasciatore americano Gary Locke

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.