Il regime più corrotto è quello di Jiang Zemin

«Considero il periodo di leadership di Jiang Zemin come il più corrotto nella storia della Cina comunista», ha detto lo storico Ruan Ming in una sorprendente dichiarazione, durante una recente intervista per i media cinesi.

Ruan, esperto di Cina comunista e autore di due libri, Hu Yao Bang al punto di svolta della storia (1991) e Deng Xiaoping: Cronaca di un impero (1992), ha spiegato la sua conclusione: «Credo che gli obiettivi originali di Deng Xiaoping fossero far arricchire per prime alcune persone. Tuttavia, credo che il suo obiettivo ultimo fosse quello di distribuire equamente la ricchezza fra tutti i cinesi», ha raccontato per la Ming Jing History, una casa editrice affiliata della Mirror Books, con sede a Hong Kong.

«Le Tre Rappresentanze di Jiang Zemin non erano obiettivi degni come quelli di Deng», ha commentato Ruan, facendo riferimento a una teoria ampiamente derisa in Cina per la sua incomprensibilità. L’ideologia di Jiang consisteva nello slogan che il Pcc avrebbe dovuto promuovere l’avanzamento delle forze cinesi di produzione, la cultura e gli «interessi fondamentali del popolo cinese».

«Quando si fa riferimento al ruolo del Pcc nel progresso delle forze di produzione, chi sono le “forze di produzione”?», ha domandato Ruan. «Di norma solo il lavoro può generare valore, anche se a volte il valore generato non è stato equamente distribuito tra la gente — ha detto — Tuttavia, durante l’era di Jiang, non è stata più la produzione a generare valore, solo gli investimenti di capitale potevano generare valore, solo Wall Street poteva generare valore».

«Come prima cosa, Jiang è andato a New York e ha suonato la campana di apertura alla Borsa di New York e poi ha reclutato Goldman Sachs nel mercato cinese — ha spiegato Ruan e ha continuato — Allora Jiang ha abbassato i salari degli agricoltori e ha permesso agli imprenditori edili di diventare ricchi… È stato durante il governo di Jiang che la corruzione in Cina ha raggiunto il suo picco. Il figlio di Jiang, così come il figlio di Li Peng, entrambi si sono arricchiti durante questo periodo».

Ruan crede che la crisi finanziaria globale sia nata con Wall Street e che Jiang Zemin vi abbia giocato un ruolo.

Ruan Ming è uno scienziato politico e commentatore. Ha lavorato come consulente e autore di discorsi per l’ex segretario del Partito Hu Yaobang e per Hu Jintao. Ha ottenuto la cittadinanza di Taiwan nel 2004 ed è stato il consigliere di politica nazionale per l’allora presidente Chen Chuibian.

Scritto da Carol Wickenkamp.The Epoch Times, 14 Luglio 2013

English Version:

http://www.theepochtimes.com/n3/178056-jiang-zemins-regime-most-corrupt-says-historian/

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.