Il ciclone Megi colpisce la Cina

Sulla costa cinese è da poco approdato il ciclone Medi, che ha sfogato tutta la sua forza e si è poi dissipato. Il supertifone che aveva già seminato distruzione nelle Filippine e a Taiwan ha raggiunto la regione cinese del Fujian. Sono stati cancellati circa ottanta voli con partenza dall’aeroporto di Xiamen, chiusi porti marittimi e terminali petroliferi della zona. Dopo essere partito dalle Filippine uccidendo 26 persone ed aver distrutto decine di villaggi e migliaia di ettari di raccolto, Megi, uno dei tifoni più grandi della storia, ha proseguito la sua corsa verso la Cina. A Taiwan, Megi ha provocato frane e smottamenti. Nella zona orientale dell’isola, almeno 11 persone sono morte mentre più di 20 risultano ancora disperse. Tra di loro, alcuni turisti cinesi.

Fonte: Girando il mondo.it, 24 ottobre 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.