I cinesi si prendono Cagliari, il Comune approva nuove zone commerciali

Il primo negozio cinese in via Garibaldi, colpo al cuore del commercio cagliaritano in crisi. Sì del Comune al nuovo centro commerciale. Affitti alle stelle, prezzi da capogiro. Stiamo perdendo Cagliari per colpa nostra?


Tu chiamalo, se vuoi, strano commercio a Cagliari. Proviamo a capire cosa sta accadendo: il Comune oggi approverà una nuova zona commerciale accanto all’asse mediano, in via dei Tigli. Nel frattempo, vedere il primo negozio cinese che apre in mezzo a via Garibaldi, è un vero colpo al cuore. Significa che i cinesi si stanno prendendo la strada storica dello shopping cagliaritano dove hanno appena chiuso altri dieci negozi, tra i quali Castangia.

Simbolicamente, sembra un affronto. Però si continuano ad approvare vaste zone commerciali fuori dal centro: non è un discorso politico, anzi in passato era stato il centrodestra a firmare con le Città Mercato la condanna dei negozi del centro. Secondo la maggioranza di Zedda, aprire nuovi negozi in via dei Tigli, tre fette commerciali da 2500 metri quadri l’una, significa dare altro lavoro ai sardi. Una scelta coraggiosa, perchè Confesercenti e Confcommercio sono contrari.

Bisognerebbe chiedersi però in quanti lo stanno perdendo, il lavoro. E aprire gli occhi per capire cosa sta letteralmente affossando il commercio in città.

Lo vogliamo dire o no che i prezzi degli affitti dei locali sono assurdi? 2000 euro al mese per 40 mq in via Garibaldi, più tutte le tasse da pagare. Più la carenza dei parcheggi, più la concorrenza spietata dei cinesi, più quella dei grandi centri commerciali.

Come può fare un commerciante a sbarcare il lunario?

Lo vogliamo dire che tanti commessi sono stati licenziati?

Ma che senso ha aprire nuove zone commerciali quando a due passi dall’asse mediano la Conad e Globomoda hanno affermato di essere in crisi?

Lo vogliamo dire che ormai tutti i cagliaritani prendono la macchina e vanno a fare acquisti nelle catene tra viale Monastir e viale Elmas, dove si trova tutto e i prezzi a volte sono migliori?

Sì, perchè è tutto un problema di prezzi: per i commercianti e per i clienti. Gli affitti vanno alle stelle, ma una camicia buona continua a costare non meno di 70 euro. Può bastare una nuova pavimentazione bianca per cancellare i veri problemi?

E adesso i cinesi che aprono in via Garibaldi puntano addirittura su prodotti “eleganti”, fotocopie dei vestiti d’alta moda, ovviamente a tariffe migliori.

Guardate via Dante, cimitero degli Affittasi. Guardate via Alghero e via Farina, stanno diventando due strade fantasma. Lo vogliamo capire che ci stanno prendendo Cagliari per colpa nostra? Ci vogliamo svegliare o no? Vogliamo riprenderci la nostra città chiedendo agevolazioni vere?

Castedduonline.it,25/05/2015

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.