Hubei: Il signor Fu Ziming morto a causa della persecuzione

Il signor Fu Ziming era un praticante del Falun Gong di 34 anni, viveva nella contea Jianli, provincia di Hubei. Mentre viaggiava nella zona turistica della montagna Wuyi, provincia di Fujian; il 7 aprile 2009, ha messo il messaggio “Falun Gong è buono” in diversi luoghi. La stazione di polizia della zona di montagna Wuyi lo ha arrestato. Il vice direttore dell’ufficio 610 della contea Jianli, Jiang Changhong, è arrivato il 20 aprile 2009 per portare Fu Ziming nella provincia di Hubei sul treno. Il signor Fu è morto prima che tornasse nella contea di Jianli.

Di seguito i dettagli:

Il 22 aprile, la famiglia di Fu Ziming ha ricevuto l’avviso dall’ufficio 610 della contea di Jianli che Fu Ziming era morto sotto la custodia della polizia, mentre passava dalla provincia di Jiangxi. Era in viaggio di ritorno alla provincia di Hubei, dove la famiglia viveva. La moglie di Fu, suo padre e suo cognato furono costretti ad andare nella provincia di Jiangxi. Quando arrivarono, le autorità cercarono di costringere la famiglia a firmare i documenti con scritto che il signor Fu era morto mentre saltava dal treno in movimento. L’obbiettivo era quello di cremare immediatamente il corpo. La famiglia non ha creduto alle bugie e ha rifiutato di firmare.

Più tardi, altri membri della famiglia sono arrivati nella provincia di Jiangxi e hanno firmato per la cremazione del corpo, considerando le tradizioni cinesi che un morto dovrebbe essere tumulato il più presto possibile. La famiglia ha dovuto stare diversi metri lontana dal forno di cremazione ed le è stato proibito di avvicinarsi al corpo del signor Fu Ziming, il cui corpo e testa erano coperti da un telo. L’unica parte visibile era lo stomaco. Più avanti si è venuti a conoscenza che gli angoli dei suoi occhi erano coperti da nastro adesivo. Aveva segni di pestaggi e lividi sulla sua schiena.

Dopo che la famiglia era ritornata nella contea di Jianli, il personale che era andato per riportare indietro Fu Ziming è stato detenuto nella scuola del partito comunista della contea di Jianli (diverse sessioni di lavaggio di cervello sono state organizzate in questo luogo) per una classe di apprendimento, in modo che tutti avrebbero dato la risposta uguale riguardo a questa storia. Più di 10 agenti dell’ufficio 610 della provincia di Hubei e gli ufficiali della stazione di polizia locale sono stati assegnati per tenere sotto controllo la situazione dei praticanti.

Le informazioni relative:
Il signor Fu Ziming è nato nel 1975 in una famiglia povera di contadini nel municipio di Chengji, contea Jianli. È stato molto debole quando era piccolo e soffriva di pneumonia e tosse cronica ogni volta dopo le febbre. Il signor Fu ha frequentato l’università di finanza ed economia di Zhongnan e ha iniziato a praticare il Falun Gong là. Ha trovato il lavoro nell’ufficio postale della contea di Jianli come ragioniere nel luglio 1997.

Dopo due settimane sul lavoro, il 20 luglio 1999 il partito comunista cinese (PCC) ha iniziato la persecuzione del Falun Gong. Fu Ziming è andato all’ufficio del PCC della provincia di Hubei per fare appello per il Falun Gong. La repressione da parte del PCC contro la pratica è peggiorata nell’ottobre 1999. Fu Ziming è andato a Pechino per fare appello per la giustizia, ed è stato arrestato e detenuto nel centro di detenzione della contea di Jianli per più di 100 giorni.

Fu Yuecheng e Yu Yihua della divisione di sicurezza interna hanno arrestato il signor Fu ancora una volta nel marzo 2000 e l’hanno tenuto nel centro di detenzione della contea. Mentre era là, il signor Fu è stato testimone delle torture subite da una praticante, la signora Hu Shunxian in una cella adiacente. Le guardie hanno messo un nastro sul suo naso e la sua bocca, impedendole di respirare. Quando Fu Ziming ha sentito questo, ha gridato “Falun Gong è buono! Smettete di perseguitare le persone buone!” Le guardie hanno chiesto a diversi poliziotti armati di picchiare il signor Fu Ziming e l’hanno mandato in una cella d’isolamento. Fu Ziming ha fatto lo sciopero della fame per 35 giorni per protestare e gli è stato praticato l’alimentazione forzata.

Le guardie del centro di detenzione hanno usato vari metodi per torturare Fu Ziming. Vedendo che non voleva rinunciare alla Dafa, l’hanno rilasciato. Diversi giorni dopo, il poliziotto Cao Shengwen è andato all’ufficio postale per portare Fu Ziming alla stazione di polizia per una “conversazione”. Anche i genitori di Fu Ziming sono andati con lui, ma sono ritornati a casa per pranzo. Gli agenti dell’ufficio 610 hanno approfittato di questa opportunità per portare Fu Ziming al campo di lavoro forzato di Shayang per un anno di lavoro forzato.

Nel campo di lavoro, Fu Ziming è stato torturato barbaricamente. Il bastone elettrico è un metodo comunemente usato. Nei primi tre giorni, i perpetratori hanno usato due volte scosse elettriche contro di lui, 800000 volt. La sua testa era gonfia, gli occhi, faccia e bocca storti. Diversi detenuti hanno portato Fu Ziming in un ufficio per ricevere le scosse elettriche con voltaggio elevato, ogni volta duravano almeno 10 minuti.

I funzionari del campo hanno usato il metodo di privazione del sonno come un altro metodo di tortura. Hanno costretto i praticanti del Falun Gong a recitare le notifiche, riguardanti il Falun Gong, del ministero di pubblica sicurezza e di affari civili interni, e la cosiddetta interpretazione giudiziaria. Fu Ziming ha rifiutato di fare queste cose, di conseguenza è stato privato del diritto di dormire per un lungo tempo.

Dopo la scadenza del termine nel campo di lavoro, è stato licenziato dal suo lavoro. È rimasto nell’ufficio postale come portinaio, senza un reddito stabile.

Fu Ziming è andato per un viaggio con i suoi colleghi nella montagna Wuyi il 17 aprile 2009. Mentre girava per la montagna, Fu Ziming ha chiarito la verità alla gente e messo i messaggi che denunciano la persecuzione nell’hotel e nelle zone circostanti. Un personale dell’hotel l’ha segnalato. Così Fu è stato arrestato dai poliziotti e mandato al centro di detenzione di Wuyi.

Quattro agenti dell’ufficio 610 della contea di Jianli, incluso il vice capo Jiang Changhong e una persona dell’ufficio postale della contea di Jianli sono andati nella provincia di Fujian il 20 aprile 2009 per portare il signor Fu Ziming alla contea di Jianli. La moglie di Fu Ziming ha chiesto di venire con loro, ma Jiang Changhong ha rifiutato. Poi, come descritto sopra, gli agenti dell’ufficio 610 di Jianli hanno informato la famiglia il 22 aprile 2009 che Fu Ziming era morto mentre attraversava la provincia di Jiangxi.

La sera del 24 aprile, gli agenti dell’ufficio 610 della contea di Jianli e dell’ufficio postale ordinavano che la famiglia doveva andare a prendere le ceneri di Fu Ziming. Quando la mamma, la sorella e il cognato sono andati all’ufficio postale, sono stati portati via e fermati nel Changjiang Holiday Inn senza nessun contatto con l’esterno. Gli agenti dell’ufficio 610 contea Jianli hanno provato a convincere la famiglia di dire che la morte di Fu Ziming fu dovuta al fatto che era saltato fuori dal treno. Questi funzionari hanno detto all’inizio che l’ufficio postale avrebbe compensato la famiglia con 30,000 – 40,000 yuan . Dopo diversi giri di trattativa, la compensazione finale fu di 200,000 yuan, ma il Dipartimento ferroviario di Jiangxi ha trattenuto 20,000 yuan. La famiglia ha ricevuto 180,000 yuan.

Fonte: DossierTibet, 24 agosto 2009

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.