Hong Kong: la polizia spara a manifestante di 17 anni. Il video dello sparo diffuso dagli studenti

Un manifestante adolescente è in condizioni critiche in ospedale dopo che un poliziotto lo ha colpito in pieno petto con un colpo di pistola sparato a distanza ravvicinata con munizioni vere durante le proteste di massa contro la Cina nel 70 ° anniversario del dominio del Partito Comunista Cinese.

Nel video diffuso dagli studenti viene mostrato l’ufficiale che punta una pistola contro il ragazzo, uno studente della scuola secondaria di 17 anni, prima che uno sparo risuoni e il ragazzo si accascia a terra.

Tam Man-kei, direttore di Hong Kong di Amnesty International di Londra, ha chiesto un’indagine immediata sulla sparatoria, dicendo che l’adolescente era stato abbandonato mentre stava lottando per la sua vita e che le autorità di Hong Kong devono avviare un’indagine rapida ed efficiente per stabilire l’esatta dinamica di questo triste episodio che ha lasciato un adolescente sul selciato senza preoccuparsi delle sue condizioni in mezzo ad una pozza di sangue.

Le forze di polizia di Hong Kong hanno confermato che la sparatoria era avvenuta.

Amnesty ha ripetutamente chiesto un’indagine indipendente ed efficace sull’uso della forza da parte della polizia da quando le proteste sono aumentate all’inizio di giugno, tra cui presunte torture e altri maltrattamenti in detenzione.

La mancata risposta al precedente uso eccessivo della forza ha contribuito all’attuale escalation della violenza”, ha affermato l’organizzazione per la difesa dei diritti umani. Le linee guide per le forze dell’ordine affermano che le armi da fuoco possono essere utilizzate solo per proteggersi da una minaccia imminente per la propria vita o in caso di lesioni gravi.

Un portavoce dell’Autorità Ospedaliera ha confermato che un maschio era in condizioni critiche ed era stato curato per lesioni al Princess Margaret Hospital, ma ha rifiutato di fornire ulteriori dettagli.

RTHK ha detto che il ragazzo è stato successivamente trasferito al Queen Elizabeth Hospital per un intervento di emergenza. La polizia antisommossa è stata vista puntare le pistole contro i manifestanti a distanza ravvicinata nei pressi di Nathan Road” e  che due uomini mascherati in borghese sono stati visti unirsi alla polizia, suggerendo che avevano operato sotto copertura durante la mischia.

Le proteste scoppiate a giugno sono contro i piani del governo di Hong Kong per consentire l’estradizione in Cina. Sono diventati un movimento più ampio, anche dopo che Lam  ha ritirato il piano  della legislazione prevista.

Le cinque richieste chiave dei manifestanti sono:

il ritiro formale delle modifiche pianificate alle leggi sull’estradizione ;

un’amnistia per i manifestanti arrestati;

la fine della descrizione dei manifestanti come rivoltosi;

un’indagine indipendente sull’abuso di potere della polizia;

e elezioni completamente democratiche.

Traduzione a cura della Laogai Research Foundation Italia

Fonte:Radio Free Asia,01/10/2019

Attenzione: immagini violente

 

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.