Per premier nordcoreano Cina è baluardo di stabilità regionale

Il premier nordcoreano Kim Yong-il ha elogiato oggi la Cina definendola un baluardo della stabilità regionale prima di arrivare a Pechino in occasione di una visita che sottolinea i rapporti amichevoli tra i due paesi mentre quelli vicini criticano i piani missilistici di Pyongyang.

Kim non è vicino al leader supremo della Corea del Nord, Kim Jong-il, ed esercita uno modesto potere militare, ma la sua visita di cinque giorni mette in evidenza la volontà della Cina di avere buoni rapporti con la Corea del Nord mentre altre potenze mettono in guardia dalle intenzioni di questo paese di lanciare un razzo tra il 4 e l’8 aprile.

La Corea del Nord ha detto che il razzo serve per trasportare un satellite. Tokyo, Seoul e Washington hanno detto invece che si tratta a tutti gli effetti di un test missilistico a lungo raggio.

In un’intervista con il quotidiano cinese People’s Daily, il premier Kim ha detto che Pechino rappresenta per il suo paese un’ancora di salvezza in diplomazia a fronte della turbolenza a livello internazionale.

“La Corea del Nord è soddisfatta delle relazioni di profonda amicizia con la Cina nell’attuale dinamica internazionale, complessa e suscettibile di cambiamenti”, ha scritto rispondendo alle domande del quotidiano prima di partire per la Cina.

Altre capitali hanno detto che il lancio di un razzo violerebbe una risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu adottata nel 2006 in seguito a un test missilistico effettuato prima dalla Corea del Nord.

fonte: Reuters, 17 marzo 2009

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.