Halloween, blitz della Finanza contro i prodotti cinesi taroccati e pericolosi per la salute

La Guardia di finanza ha sequestrato giocattoli, maschere, adesivi, parrucche e altro materiale legato alla notte di Halloween, in due empori gestiti da imprenditori cinesi a Torino, quartiere Borgo Vittoria e Nichelino. La merce era pronta per essere venduta, ma era costruita con materiali di scarsa qualità e di conseguenza potenzialmente pericolosi per la salute di chi li avrebbe acquistati.

I giocattoli, tra l’altro, erano sprovvisti del marchio CE o, addirittura, era stato applicato sul prodotto illegalmente o comunque in maniera difforme alle normative. I Baschi Verdi hanno anche accertato che i giocattoli in vendita risultavano sprovvisti delle più basilari informazioni utili alla tutela del consumatore: come la provenienza, le modalità di utilizzo, le indicazioni merceologiche in lingua italiana del prodotto nonché l’eventuale presenza di materiali o sostanze pericolose.

Durante i controlli fatti a Nichelino, i finanzieri hanno anche sequestrato migliaia di prodotti casalinghi e di bigiotteria, tutti con etichette false. I titolari dei due empori, una cinquantenne ed un trentenne, sono stati denunciati per frode in commercio, violazioni sulla sicurezza dei giocattoli, false indicazioni qualitative e di origine dei prodotti. In totale sono stati ritirati circa due milioni di articoli: i due imprenditori sono stati anche sanzionati per oltre 50 mila euro.

La Stampa;31/10/2018

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.