Guangxi, la polizia spara sulla folla che difende le proprie case

I residenti di un villaggio nel Guangxi si oppongono all’esproprio forzato delle loro terre. La polizia interviene per arrestare i dimostranti e cacciarli via e ne nasce uno scontro violento, con almeno 16 feriti tra cittadini e polizia. Nel Paese ci sono decine di migliaia di proteste per motivi economici.

Durante una protesta a Longyatun (Guangxi)  avvenuta il 12 gennaio scorso, la polizia ha sparato sulla folla ferendo almeno 5 dimostranti, radunati per impedire l’esproprio coatto delle loro case e terreni per farci “opere pubbliche”.

I poliziotti dicono di avere agito per autodifesa, quando i dimostranti li hanno circondati e assaliti con bastoni e coltelli e osservano che anche 11 agenti sono finiti in ospedale e un’auto è stata bruciata. I dimostranti dicono che si sono soltanto rifiutati di lasciare le loro terre e che la polizia è intervenuta arrestando 12 dimostranti e intimando loro l’immediato sgombero. I residenti denunciano che l’esproprio ha fini speculativi e non di pubblica utilità.

Le notizie sono peraltro incerte: le fonti ufficiali escludono morti ma il popolare sito blog Tianya dice che la polizia ha usato manganelli elettrici e gas lacrimogeno, che ha causato almeno un morto e 6 feriti tra i residenti e che ha “trattenuto” almeno 50 dimostranti.

Nel Paese spesso il cittadino non ha difesa contro gli abusi delle autorità, che espropriano terreni e persino abitazioni per cederle a basso costo per la realizzazione di fabbriche o zone residenziali. I residenti, non ricevendo ascolto dalle autorità, si oppongono in modo fisico agli espropri e alle demolizioni forzate. Spesso interviene la polizia per cacciarli, scatenando scontri violenti.

La scorsa settimana ci sono stati un morto e numerosi feriti per scontri tra la polizia e contadini nel Jiangsu che hanno protestato contro l’esproprio coatto di terreni e fattorie. Dati ufficiali parlano di oltre 87mila proteste sociali esplose nel 2008 per ragioni economiche.

Fonte: AsiaNews, 14 gennaio 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.