Google contro il regime comunista cinese

La recente presa di posizione di Google verso il regime comunista cinese è certamente incoraggiante. Questo è anche il risultato della battaglia risoluta di numerose organizzazioni per i diritti umani come Amnesty International, Dossier Tibet, Human Rights Watch ed altre che, mediante siti, newsheets e blogs, non cessano mai di denunciare i crimini del regime cinese.

Tutti noi ci sentiamo spesso una goccia nell’oceano ma non dimentichiamo che l’oceano è composto da tantissime gocce e che tutti possono fare qualcosa : diffondere le verità scomode, scrivere a giornali, intervenire presso i propri rappresentanti politici e sindacali e boicottare i prodotti cinesi. Cliccate qui per due articoli  riguardo Google.
Congratulazioni alla direzione di Google che condiziona il profitto al rispetto dei diritti umani!


Fonte: La Repubblica, 15 gennaio 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.