Gang cinesi alimentano la piaga della metanfetamina negli Usa e in Messico

Joshua Philipp, The Epoch Times, 13.09.2013

Alcune bande cinesi stanno fornendo ai cartelli della droga messicani delle sostanze chimiche per creare metanfetamina, alimentando l’epidemia del consumo di droga negli Stati Uniti e le guerre di droga in Messico.

Se iniettata la metanfetamina, alla quale ci si riferisce con termini inglesi quali meth, crystal e ice, dà a chi la consuma un effetto intenso della durata di parecchi minuti e una sensazione di euforia nel caso in cui venga sniffata o ingerita. Causa inoltre un’estrema dipendenza e provoca grave paranoia e comportamenti violenti.

(Nella FotoUn soldato fa la guardia all’interno di un laboratorio clandestino per il trattamento di farmaci chimici scoperto in Messico il 9 Febbraio 2012. Alcune bande cinesi stanno fornendo i cartelli della droga messicani con sostanze chimiche per creare metanfetamine.)

La meth è solitamente facile da preparare. I prodotti chimici necessari per creare la droga erano disponibili presso la maggior parte delle farmacie statunitensi locali e le persone in possesso di laboratori di metanfetamine hanno utilizzato quei negozi come loro fornitori locali.

Nel 2004, allarmati per la crescente popolarità della droga, gli Stati Uniti hanno iniziato a regolamentare la pseudoefedrina, un ingrediente chiave nella meth spesso contenuto nelle medicine per la tosse.
.
Un resoconto di gennaio del Servizio di Ricerca del Congresso ha mostrato che il numero di laboratori di meth negli Stati Uniti è sceso di quasi quattro volte fino al 2007. Dopodiché il numero di laboratori ha cominciato rapidamente a crescere.

Mentre alcuni laboratori sono stati in grado di eludere il divieto convincendo la gente ad acquistare medicine per la tosse regolamentate, utilizzate in seguito per creare versioni più deboli della meth, le spedizioni di pura pseudoefedrina stavano arrivando in gran quantità in Messico dalla Cina.

«I cartelli messicani dominano questo mercato illegale negli Stati Uniti ormai da anni. Il tipo di precursori chimici, la loro mole e la loro provenienza costituiscono una vera e indiscutibile prova del crimine», ha detto Robert Bunker, un illustre professore invitato del Minerva Chair Program presso lo Strategic Studies Institute, U.S. Army War College.

Bunker ha osservato che nel 2011 la marina messicana ha intercettato delle spedizioni da Shanghai con destinazione Messico che contenevano trenta e settanta tonnellate di metilammina, pseudoefedrina e altre sostanze chimiche che sono precursori della meth.

Sono state sequestrate diverse altre spedizioni, inclusa quella del mese di aprile 2012, quando un numero di precursori sufficiente per produrre circa otto miliardi di euro in meth sono stati intercettati in Belize, inviati dalla Cina ai rappresentanti del cartello della droga messicano conosciuto come Los Zetas, secondo quanto riferito da China Brief, una pubblicazione della Jamestown Foundation.

«Di fatto esiste da qualche tempo un commercio triangolare illegale, dove l’industria cinese fornisce i precursori chimici, i laboratori del cartello in Messico creano il prodotto e i consumatori di stupefacenti negli Stati Uniti pagano caro la merce», ha detto Bunker.
Secondo diverse fonti, tra cui China Brief, le spedizioni sono legate alle Triadi cinesiche esercitano sempre più influenza sulla comunità cinese nella regione, mentre l’influenza della Cina si espande in America Latina.

I precursori della meth sono solo una parte del business per le Triadi cinesi in America Latina, secondo quanto emerso dal resoconto di China Brief. Le loro attività consistono anche nel traffico di esseri umani, stupefacenti, nel contrabbando e sono coinvolti in estorsione e riciclaggio di denaro.

La natura delle Triadi li lega inoltre al Partito Comunista Cinese nella loro patria, secondo quanto detto da Kerry Patton, esperto di terrorismo e intelligence e autore di Contracted: America’s Secret Warriors [Contraenti: i guerrieri segreti dell’America, ndt].

Le Triadi lavorano attraverso la propria città natale cinese o associazioni di imprese denominate Tong. Alcune sono buone, altre sono cattive, ma il Partito Comunista Cinese cerca attivamente di portarle nelle sue fila e mantiene il controllo o un’influenza su molte di esse, secondo quanto affermato da Patton.

«Questo è il modo in cui le Triadi, le Tong, lavorano – ha detto Patton – Ottengono le proprie benedizioni da alcuni elementi del Governo cinese».
In Messico la meth ha alimentato violente guerre di droga che, secondo quanto riferito da Human Rights Watch, avendo ucciso oltre 60 mila persone tra il 2006 e il 2012.

Gli effetti del commercio della meth si fanno sentire anche negli Stati Uniti.

«Questa è la peggiore droga che si possa utilizzare», ha detto Ernie Encinas, fondatore della Coastline Protection and Investigations ed ex vice [un reparto della polizia americana paragonabile all’ex squadra del buoncostume italiana, ndt] e detective della omicidi del dipartimento di polizia di San Diego.

Ha detto che oltre alla violenza che l’uso della meth incoraggia, l’effetto sul corpo delle persone è scioccante. «Colpiscono la loro pelle [formando, ndt] croste. E invecchiano molto velocemente—molto velocemente. I capelli cadono. Sono tutti prodotti chimici pesanti quelli che stanno usando. I loro seni nasali vengono completamente distrutti».

Encinas ha detto che la meth ha iniziato a diventare un problema negli anni 90. A San Diego i primi gruppi ad esserne coinvolti sono state le bande di motociclisti, ma quando le gang messicane ci hanno messo le mani sopra, la droga che veniva venduta a circa 15 mila euro al chilo è improvvisamente diventata accessibile. «Hanno portato il prezzo a meno della metà del prezzo di un chilo».

Quando i prezzi sono scesi, le forze dell’ordine locali sapevano di avere un problema tra le mani e non molto tempo dopo «abbiamo limitato [l’uso, ndt] della pseudoefedrina», ha detto. Eppure, piuttosto che andarsene, il mercato si è spostato e l’acquirente «doveva ottenerla dal Messico».

Da ciò che ha visto, Encinas ha detto che i prodotti chimici grezzi, piuttosto che il prodotto finito, incrociano il confine con gli Stati Uniti, dove alcuni individui gestiscono laboratori improvvisati per poi convertire la materia prima in meth.

Fonte: http://epochtimes.it/news/gang-cinesi-alimentano-la-piaga-della-metanfetamina-negli-usa-e-in-messico—124083

English version:
http://www.theepochtimes.com/n3/285163-chinese-gangs-fuel-meth-scourge-in-us-mexico/?photo=3

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.