Funzionari del Partito Comunista Cinese nella contea di Yishui, tormentano ed arrestano continuamente praticanti religiosi

Il 7 gennaio 2009 hanno partecipato a una riunione rappresentanti delle seguenti organizzazioni: funzionari del Comitato del partito della contea di Yishui, il Comitato politico e di affari legislativi, l’Ufficio 610 , la Divisione di Sicurezza Domestica, l’Ufficio dell’Amministrazione Generale e la stazione di polizia. Lo scopo: cominciare un altro round della persecuzione dei praticanti del Falun Gong all’interno della contea. Il giorno seguente, agenti di polizia e personale dell’Ufficio dell’Amministrazione Generale in ogni borgata, sotto il commando di agenti della Divisione di Sicurezza Domestica, hanno perquisito le case di tutti i praticanti del Falun Gong. Se scoprivano un computer, lo confiscavano con il pretesto di investigare; ogni volta che trovavano libri del Falun Gong, arrestavano i praticanti e li mandavano nel centro di detenzione.

I seguenti praticanti sono stati inviati nel centro di detenzione: Zhou Rong del villaggio di Xiyuan nella borgata di Shagou; il signor Zhou Guisen e sua moglie del villaggio di Wuizuo nella borgata di Yishui; il signor Zhang Jinlei e suo fratello Zhang Jinxing del villaggio di Changzhuang nella borgata di Cuijiayu; e il signor Zhao Mingjiang del villaggio di Baoquan nella borgata di Xujiahu.

Particolari riguardanti il signor Zhao Mingjiang:

Intorno alle ore 9:00 dell’8 gennaio 2009, più di dieci agenti, tra cui il responsabile Chen Xilong dell’Ufficio 610 della contea, Xujiahu, il vice direttore Zong Shanbin della stazione di polizia e agenti dell’Ufficio di Amministrazione Generale, fecero irruzione nella casa del signor Zhao Mingjiang. Confiscarono i suoi effetti personali, compreso un telefono cellulare, e portarono il signor Zhao e sua moglie alla stazione di polizia. Zong Shanbin e un agente di polizia chiamato Yu Hongwei tolsero la camicia al signor Zhao e lo picchiarono a lungo, causandogli gonfiori e deformazioni del viso e della bocca. Quella notte, lo mandarono in un centro di detenzione. Inoltre picchiarono la moglie del signor Zhao e non la liberarono fino alle 6.00 del pomeriggio.

fonte: DossierTibet, 12 febbraio 2009

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.