Funzionari cinesi espellono monaci non registrati dai monasteri tibetani

Le autorità cinesi hanno inasprito ulteriormente le restrizioni in un monastero chiave nella provincia di Qinghai, con alta densità di tibetani, limitando rigorosamente il numero di monaci con il permesso per studiare nel monastero e perseguitando i sospettati di attività contro il governo di Pechino.

Una fonte locale ha infatti riferito a Radio Free Asia che i funzionari di governo stanno espellendo monaci non ufficialmente iscritti al monastero Nyatso Zilkar nel Yulshul: “agli stessi monaci di Zilkar gli è stato detto che non possono andare in altri monasteri per studiare. Solo coloro che sono registrati e nel numero autorizzato assegnato al Zilkar sarà consentito di rimanere lì”.


Fonte: Radio Free Asia, 12/6/15
English article: Chinese Officials Expel Unregistered Monks From Tibetan Monastery

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.