Funzionari cinesi di vecchia guardia rispuntano fuori alle elezioni del villaggio

Carol Wickenkamp,Epoch Times10.03.2014

Quando gli abitanti del villaggio di Wukan, nella provincia meridionale del Guangdong, hanno tenuto delle storiche elezioni democratiche, avevano pensato di poter riavere indietro le loro terre confiscate. L’evento ha fatto notizia in tutto il mondo, ma ora sembra che verranno loro restituiti i vecchi capi del Partito Comunista.

Come risultato dei tanto pubblicizzati tre mesi di protesta contro la corruzione locale, gli abitanti del villaggio avevano ottenuto il diritto alle elezioni democratiche, il licenziamento dei capi locali corrotti del Partito e la possibilità di riconquistare la loro terra.

Nella foto Gli abitanti del villaggio di Wukan ascoltano un discorso del capo villaggio Lin Zuluan a Wukan, nella provincia del Guangdong, il 21 dicembre 2011, prima delle elezioni democratiche. Il capo del villaggio Lin Zuluan ha irritato gli altri funzionari del villaggio eletti per la sua mancanza di trasparenza nel condurre gli affari del comitato del villaggio, non informandoli che i capi del Partito espulsi erano stati rinominati.

Il lento processo di recupero dei beni confiscati e venduti dai funzionari corrotti ha deluso alcuni abitanti del villaggio di Wukan, secondo quanto detto dal vice capo del villaggio Semao a Radio Free Asia (Rfa) nel mese di febbraio.

Yang ha detto che la maggior parte di quelli che sono ora impegnati per un periodo di due anni con il consiglio del villaggio, avevano trovato pesante e talvolta improduttivo il compito di recuperare le loro terre. Preoccupato per le prossime elezioni di marzo, Yang ha spiegato che il fallimento nel riguadagnare rapidamente la proprietà perduta sta a significare che un candidato è sempre più simile all’altro agli occhi dei residenti locali.

Adesso le più alte autorità del Partito del distretto di Donghai hanno reso eleggibili alcuni degli ex capi del villaggio senza informare i vice capi del villaggio. La scorsa settimana le autorità hanno nominato Xue Yubao, uno degli ex capi del Partito, per una posizione locale del Partito, e quattro dei suoi soci, per far parte dei nove membri del Comitato del Partito, secondo quanto riferito dai vice capi del villaggio Yang e Hong Ruichao al South China Morning Post (Scmp).

«Nessuno ci ha informato sul contenuto dell’incontro e siamo rimasti scioccati nel venire a conoscenza che i vecchi funzionari stavano tornando a lavoro», ha riferito Hong.

Yang accusa Lin Zuluan, il capo del villaggio eletto democraticamente, per il disordine nella politica del villaggio.

«Dovremmo tenere quattro assemblee di rappresentanti del villaggio ogni anno, ma Lin Zuluan non ha preso alcun provvedimento in merito dalla fine del 2012», ha detto. «Gli affari del villaggio sono sempre in uno stato di caos da allora».

«Ora credo che Lin sia semplicemente un truffatore politico», ha aggiunto Yang.

Ha poi riferito al South China Morning Post che 82 dei 108 rappresentanti democraticamente eletti che dovevano monitorare il comitato del villaggio hanno firmato una petizione affinché Lin tenesse delle assemblee e fissasse una data per le prossime elezioni, ma si è rifiutato di firmarla. Gli abitanti del villaggio lamentano una mancanza di trasparenza nella conduzione del comitato del villaggio, ma Lin sostiene che stava solo cercando di accontentare le autorità superiori.

Fonte,EpochTimes-http://www.epochtimes.it/news/funzionari-cinesi-di-vecchia-guardia-si-ricandidano-alle-elezioni-del-villaggio—125693

English version,click here.
Old Guard Cadres Come Back for Elections in China’s Wukan

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.