Di fronte alle politiche assimilative del governo cinese, un sincero rispetto per i diritti linguistici uiguri è una necessità

In occasione della Giornata internazionale della lingua uigura, il 15 giugno 2017, il Progetto per i diritti umani uiguri (UHRP) invita tutti gli individui, i gruppi per diritti umani e governi interessati a pronunciarsi contro le politiche del governo cinese, volte a minare i diritti linguistici del popolo uiguro.

L’UHRP, inoltre, incoraggia la comunità internazionale a proteggere la diversità linguistica come elemento critico per costruire minoranze etniche resilienti in un’epoca di assimilazione culturale.

“La Giornata internazionale della lingua uigura è un’occasione per celebrare la vivacità e la ricchezza del linguaggio uiguro. Scienziati, filosofi e poeti uiguri hanno dato notevoli contributi all’umanità nella loro lingua. Gli uiguri sono giustamente orgogliosi di questi risultati e desiderano garantire un futuro per i loro figli in qualità di parlanti uiguri”, ha dichiarato il direttore dell’UHRP, Omer Kanat, in un comunicato.

Il sig. Kanat ha aggiunto: “Come comunità internazionale, abbiamo la responsabilità di promuovere la diversità in tutto il mondo. La Cina ha attuato una serie di politiche che minano il linguaggio uiguro con l’obiettivo di stabilire il cinese come prima lingua degli uiguri. Nonostante le garanzie legali internazionali e nazionali, le autorità cinesi hanno unilateralmente privilegiato il cinese mandarino nella comunicazione governativa, commerciale e nell’istruzione in regioni uigure.

Nel 2007 UHRP ha presentato un resoconto dettagliato di come il governo cinese stava attuando una politica educativa che ha di fatto emarginato la lingua uigura dal sistema scolastico. Sebbene l’articolo 4 della Costituzione cinese protegga il diritto di sviluppare e utilizzare lingue minori, in realtà politiche formulate a livello centrale minano e marginalizzano il linguaggio uiguro. La politica di “istruzione bilingue” è stata progettata per trasferire gli studenti uiguri, a qualsiasi livello, da un’educazione nella loro lingua madre a un’istruzione in cinese.

 All’interno del Forum del lavoro 2014, i funzionari cinesi hanno posto l’istruzione bilingue al centro degli sforzi per ottenere una “mescolanza etnica”, un’iniziativa volta a rendere confusa l’unicità culturale del popolo uiguro e assimilare gli uiguri nella nazione cinese dominata dalla cultura Han. Il governo cinese ha dichiarato che entro il 2020 quasi tutta la popolazione studentesca cinese non-Han sarà istruita nelle scuole bilingui.

Nel 2015, UHRP ha pubblicato Voci uigure, che parla di istruzione: la politica assimilativa nelle scuole bilingui della Cina del Turkestan Orientale. Il rapporto descrive dettagliatamente i problemi in corso con la politica di “istruzione bilingue”, tra cui notevoli differenze di finanziamento e dimensione delle classi nelle scuole a maggioranza uigura, e contiene relazioni degli insegnanti uiguri che hanno perso i loro posti di lavoro a causa di requisiti irragionevoli per le qualifiche in lingua mandarina. La scarsità d’insegnanti nel Turkestan Orientale spesso significa che insegnanti Han non qualificati sono assunti per sopperire alle mancanze.

La discriminazione nei confronti degli insegnanti uiguri che UHRP ha documentato nel nostro documento sui diritti del lavoro uiguro continua. In un rapporto del 30 marzo 2017, Xinhua ha scritto di “4,387 asili bilingui [che] saranno costruiti o ampliati nel 2017 in tutta la regione. Quest’anno saranno assunti 10.000 insegnanti bilingui, 6.500 più rispetto agli anni precedenti”. UHRP ritiene che tali rapidi passi verso l’istruzione in lingua cinese, a partire dalla scuola materna, accelerino il declino dello status del linguaggio uiguro. L’UHRP è allarmato che queste misure non prendano in considerazione realmente l’opinione dei genitori e della comunità uigura.

Per la Giornata internazionale di lingua uigura, UHRP invita la Cina a:

1) Attuare l’articolo 26.3 della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo:

I genitori hanno il diritto prioritario di scegliere il tipo d’istruzione che sarà data ai loro figli.

2) Ratificare la Convenzione internazionale sui diritti civili e politici e attuare le disposizioni salvaguardate dall’articolo 27:

Negli Stati in cui esistono minoranze etniche, religiose o linguistiche, le persone appartenenti a tali minoranze non può essere negato il diritto, in comunità con gli altri membri del loro gruppo, di godere della propria cultura, di professare e praticare la propria religione o utilizzare la propria lingua.

3) Attuare l’articolo 4.4 della Dichiarazione sui diritti delle persone che appartengono a minoranze nazionali o etniche, religiose e linguistiche:

Gli Stati dovrebbero, quando il caso, adottare misure nel campo dell’istruzione, volte a incoraggiare la conoscenza della storia, delle tradizioni, della lingua e della cultura delle minoranze esistenti nel loro territorio.

4) Conformarsi agli obblighi di cui all’articolo 29,1c, della Convenzione sui diritti dell’infanzia:

Gli Stati membri convengono che l’istruzione del bambino deve essere diretta a: sviluppare il rispetto per l’identità culturale, il linguaggio e i valori dei genitori del bambino e dello stesso.

________________________________________________________________________________

Il progetto uiguro per i diritti umani (UHRP) è un’organizzazione per la ricerca, la denuncia e il sostegno dei diritti umani. La nostra missione è promuovere i diritti umani e la democrazia per i cittadini uiguri, sensibilizzare sugli abusi dei diritti umani degli uiguri, e sostenere il diritto del popolo uiguro di utilizzare mezzi pacifici e democratici per determinare il proprio futuro politico.

L’UHRP è stata fondata nel 2004 come parte dell’UAA (Associazione Americana Uigura), un gruppo di diaspora uigura che lavora per promuovere la conservazione e la fioritura di una cultura uigura ricca, umanistica e diversa. In collaborazione con UAA, nel 2016 UHRP ha iniziato le attività come gruppo indipendente.

UHRP,14 giugno 2017

Traduzione Andrea Sinnove, LRF Italia Onlus

English article, UHRP:

 

 

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.