Fiumicino: scarafaggi in cucina, chiuso e sequestrato ristorante cinese.

Il blitz è stato fatto dai Carabinieri. Il locale è stato chiuso e posto sotto sequestro, così come circa 80 chili di alimenti che ormai dovranno essere distrutti.

Scarafaggi in cucine e alimenti in pessimo stato di conservazione. Succede a Fiumicino dove un ristorante cinese è stato chiuso e sequestrato dai Carabinieri della Stazione di Fiumicino, che hanno anche denunciato in stato di libertà una cittadina cinese oltre a contestarle numerose sanzioni relative alla gestione del proprio ristorante.

Nell’ambito dei controlli finalizzati a monitorare le condizioni igienico-sanitarie all’interno degli esercizi di ristorazione nel territorio fiumense, in cooperazione con l‘ASL Roma-3, gli uomini dell’Arma, sabato scorso, hanno eseguito il controllo presso uno dei ristoranti cinesi presenti sul territorio di loro competenza.

I Carabinieri sono rimasti sorpresi dalle condizioni igienico-sanitarie del ristorante ed in particolare della sua cucina, la quale era disseminata di numerosi scarafaggi e altri insetti di varia natura. Le attrezzature, come anche i locali, erano fatiscenti e sporchi. Inoltre sono state trovate derrate alimentari, prive di etichettatura, e per tale motivo non tracciabili, accantonate per terra.

La proprietaria, di fronte alle contestazioni, si è giustificata asserendo che, tanto, gli scarafaggi erano morti. Immediatamente il locale è stato chiuso e posto sotto sequestro, così come circa 80 chili di alimenti che ormai dovranno essere distrutti.

Roma Today,22 marzo 2017

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.