Categoria: Falun Gong

CINA-Xinjiang: Stato nega risarcimento alla famiglia dopo il decesso

Alla famiglia di una donna morta in detenzione a causa di abusi, è stato negato il risarcimento statale. Il giorno successivo alla sua morte, il figlio ha presentato ricorso alla direzione della prigione della provincia dello Xinjiang, ma non è chiaro se abbia ricevuto una risposta prima che il corpo fosse forzatamente cremato dalle autorità.

L’atroce business cinese dei trapianti d’organi e le complicità internazionali

David Kilgour | 4/09/2016

David Kilgour, è un ex magistrato ed ex membro della Camera dei Comuni canadese per 27 anni. Durante il mandato di Jean Chretien è stato segretario di Stato per Africa, America Latina e Asia-Pacifico. È autore di vari libri, e co-autore di Bloody Harvest: L’uccisione dei praticanti del Falun Gong per i loro organi.

Hong Kong, conferenza contro il prelievo forzato di organi in Cina

Matthew Robertson, Epoch Times | 29/08/2016
HONG KONG — A pochi passi dall’Hong Kong Exhibition and Convention Center, dove era in corso il penultimo giorno del principale congresso di settore dell’Associazione dei Trapianti, la redazione di Hong Kong di Epoch Times ha tenuto una conferenza dedicata a quello che gli organizzatori e i relatori intervenuti hanno descritto come un genocidio: il prelievo forzato di organi in Cina.

Cina-Hebei: due adolescenti di 12 e 17 anni denunciano Jiang Zemin e vengono perseguitate

Dal maggio 2015 secondo i dati raccolti dal sito web Minghui, sono 1.251 i residenti nella provincia dello Hebei che hanno subito ritorsioni per aver depositato denunce penali contro l’ex leader del Partito Comunista Cinese Jiang Zemin.

Heilongjiang: praticanti torturate nei centri di detenzione di Qiqihar

Da quando nel luglio 1999 è iniziata la persecuzione del Falun Gong, numerose praticanti sono state torturate nei centri di detenzione della città di Qiqihar. I funzionari e le guardie delle strutture si sono serviti di manette, di catene, dell’alimentazione forzata, delle percosse e della negazione delle visite per imporre la loro autorità.

CINA-Xinjiang: ingegnere morto tre mesi dopo il suo trasferimento in prigione

Dopo avere presentato una denuncia penale contro Jiang Zemin, un’ingegnere donna di Karamay (regione autonoma dello Xinjiang) è morta nel carcere femminile dello Xinjiang a Urumqi, dove stava scontando cinque anni di reclusione.

CINA-Jilin: uomo muore dopo anni di prigionia e di torture per la sua fede

Il 21 gennaio 2016 un residente della contea di Jingyu è morto dopo anni di prigionia che hanno causato il deterioramento del suo stato di salute.